Colico, diciottenne ucciso dal treno: la Procura apre un’inchiesta sulla morte di Walat Hibaoui

Il giovane è stato travolto nel giorno del suo compleanno al termine di una serata in discoteca con amici. La Procura di Lecco dovrà appurare se si è trattato di un incidente o di un atto volontario

Sulla tragedia indaga la Procura di Lecco (foto di repertorio)
Sulla tragedia indaga la Procura di Lecco (foto di repertorio)

Sulla morte di Walat Hibaoui, il ragazzo travolto e ucciso da un treno nel giorno del suo diciottesimo compleanno nei pressi di Colico, la procura di Lecco ha deciso di aprire un’inchiesta. Gli inquirenti dovranno appurare le cause che hanno condotto alla tragedia e se si è trattato di un incidente o di un gesto volontario.

Il giovane Walat era residente a Dubino, nella Bassa Valtellina, in provincia di Sondrio. Secondo le prime ricostruzioni, il giovane aveva trascorso la nottata in discoteca assieme ad alcuni amici per festeggiare il suo diciottesimo compleanno. Al termine della serata si è allontanato ed è stato successivamente trovato morto sui binari non lontano dal locale.

Per ricostruire la vicenda, oltre all’autopsia e ai rilievi sul posto, saranno interrogati gli amici del diciottenne. L’unico dato certo, al momento, è che per arrivare nel luogo dove è stato travolto dal convoglio, Walat avrebbe dovuto scavalcare una barriera alta circa un metro e mezzo.

Colico è un centro ai confini nord della provincia di Lecco, dove confluiscono anche le province di Sondrio e Como, nella zona dell'Alto Lago di Como. L'area è meta di molti giovani per la presenza di locali da ballo e intrattenimento.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro