Coca nascosta nel motore, pusher in manette

MILANO Il suo atteggiamento alla guida ha insospettito subito gli agenti, impegnati in un servizio di controllo del territorio. I poliziotti...

Il suo atteggiamento alla guida ha insospettito subito gli agenti, impegnati in un servizio di controllo del territorio. I poliziotti hanno deciso di fermarlo, e a quel punto l’uomo ha detto di avere molta fretta: "Devo fare la spesa". E invece il motivo di quell’agitazione era nascosto nel vano motore della sua macchina: quasi nove grammi di cocaina divisi in sedici involucri. L’intervento degli investigatori del commissariato Bonola, coordinati dal dirigente Antonio D’Urso, è andato in scena lunedì pomeriggio nei pressi del parcheggio di un supermercato di via Uruguay. Lì il trentaseienne di origine marocchina, con precedenti di polizia per droga e reati contro il patrimonio, ha cercato di eludere il controllo, dicendo agli agenti che stava andando a fare la spesa.

Una scusa che non è servita a evitare la perquisizione: addosso aveva 425 euro in banconote di piccolo taglio. A quel punto, i poliziotti hanno deciso di ispezionare con accuratezza l’abitacolo, che si presentava in disordine e con diversi punti danneggiati. I controlli hanno riguardato anche il cofano dell’auto: la cocaina era nascosta all’interno di una scatola nera, tra la batteria e la parte più vicina alla ruota anteriore sinistra. Il trentaseienne è stato arrestato per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

N.P.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro