CityLife, nuovi opere e sistemi di sorveglianza: cosa cambia per ambiente e sicurezza

Rush finale anche per il completamento di CityWave, la torre sdraiata: ecco quando sarà pronta

Il rendering del progetto "torre sdraiata"

Il rendering del progetto "torre sdraiata"

Milano, 7 marzo 2024 – La torre “sdraiata“, CityWave, la quarta maxi-costruzione di CityLife dopo le Tre Torri, sarà pronta nel 2026, l’anno delle Olimpiadi Milano-Cortina. Siamo ormai al rush finale per il completamento del progetto che ha cambiato il voto di quella parte di Milano dove una volta c’era la Fiera Campionaria. Durante la commissione comunale Rigenerazione urbana di ieri pomeriggio i dirigenti di CityLife e di Palazzo Marino hanno fatto il punto sui lavori in corso. Il cantiere di CityWave – un investimento da 180 milioni di euro con tanto di tetto-passerella con pannelli fotovoltaici – è stato aperto nel 2023 e si concluderà entro un paio d’anni, con un anno di ritardo rispetto alle previsione dell’8 settembre 2021, il giorno della presentazione del progetto firmato dall’architetto Danese Bjarke Ingels.

Ambiente

Quarta torre in orizzontale a parte, la piazza e il parco di CityLife nei prossimi mesi diventeranno ancor più verdi e maggiormente sicuri per residenti e visitatori. Antonio Russo di CityLife racconta che in piazza Elsa Morante, poco distante da Piazza Giulio Cesare, saranno posizionati due nuovi chioschi da 50 metri quadrati ciascuno con tre pergole per offrire un punto di ristoro a chi frequenterà il parco senza voler raggiungere piazza Tre Torri, dove lo scorso anno sono transitate 11 milioni di persone.

Intanto sarà resa totalmente fruibile la nuova via Italo Calvino che collega piazza Tre Torri con Amendola-Fiera e al termine dei lavori delle nuove residenze Libeskind sarà completata la porzione del parco. Intanto è stata realizzata un’area-giochi sotto le residenze Hadid ed è pronta l’opera di Jeremy Deller “Octospider“ in viale Duilo. In commissione, inoltre, sono stati forniti i numeri della sponsorizzazione tecnica offerta da CityLife al Comune per la cura del verde: 16,2 milioni di euro per i prossimi dieci anni.

Occhio elettronico

Fronte sicurezza. Entro aprile sarà completato il sistema di videosorveglianza di CityLife che prevede 86 telecamere, 10 colonnine Sos e 22 access point wifi.

L’app SmaCityLife, infine, permette con un solo tocco di chiedere aiuto ai vigilantes che controllano l’area. L’obiettivo di CityLife è che l’app, attualmente usata da 3mila utenti, raggiunga 10 mila download nel 2024.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro