Fuochi d’artificio a mezzanotte. A Basiglio la sindaca va all’attacco

Lidia Reale chiede un altro incontro con il prefetto. I cittadini hanno anche raccolto delle firme anti-botti

Botti a mezzanotte, è allarme. Controffensiva della sindaca
Botti a mezzanotte, è allarme. Controffensiva della sindaca

Basiglio (Milano) – Allarme botti. Ogni sera nella zona di Basiglio è Capodanno. Puntualmente allo scoccare della mezzanotte scoppia la Piedigrotta locale. Ogni occasione è buona: compleanni onomastici, anniversari, lauree, per festeggiare con i fuochi artificiali. Per arginare il fenomeno, che ha provocato la protesta dei residenti sfociata in una raccolta firme inviata alle istituzioni, la sindaca Lidia Reale ha annunciato una serie di azioni. Nei mesi scorsi sono stati posizionati dei cartelli "anti-botti" che saranno implementati. E ora l’Amministrazione chiede anche la collaborazione degli esercizi commerciali: "Chiediamo che invitino i propri clienti a concludere serate di festa nel rispetto dei regolamenti". spiega la sindaca Reale. Ma chi compra i fuochi lo può farlo liberamente anche su Internet con consegna a domicilio.

"Non siamo mai stati indifferenti al problema dei fuochi d’artificio - prosegue la sindaca - tanto è vero che la collaborazione tra Amministrazione e carabinieri è sempre attiva con incontri periodici. Pur consapevoli che si tratta di un fenomeno sempre più diffuso nel milanese". La sindaca ha anche chiesto un nuovo incontro con il neo prefetto di Milano Claudio Sgaraglia, che vedrà nei prossimi giorni per analizzare insieme alcuni aspetti della sicurezza del territorio di Basiglio e concordare delle azioni mirate. 

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro