Barista investito e ucciso. In tanti intorno alla famiglia per l’ultimo saluto a Ivano. E la raccolta fondi continua

Grande partecipazione aI funerale del titolare del Blue Velvet di Buccinasco "Non lo conoscevo ma sono qui, perché andava in bicicletta come me..." .

Barista investito e ucciso. In tanti intorno alla famiglia per l’ultimo saluto a Ivano. E la raccolta fondi continua
Barista investito e ucciso. In tanti intorno alla famiglia per l’ultimo saluto a Ivano. E la raccolta fondi continua

Una gran folla ieri ha partecipato ai funerali di Ivano Calzighetti, titolare del bar Blue Velvet di Buccinasco, travolto e ucciso da una Peugeot 208 la notte del 10 gennaio mentre stava attraversando a Milano l’incrocio tra viale Umbria e via Pistrucci per tornare a casa da compagna e figlio. La chiesa di Santa Maria era gremita all’inverosimile. Tanti, tantissimi amici e conoscenti venuti per stringersi attorno alla famiglia. Mescolati fra loro anche rappresentanti delle istituzioni locali. "Ivano è ancora qui fra noi: lo dimostra anche la gente presente. E sarà sempre con ognuno di voi", le parole del parroco don Danilo. Tante lacrime e occhi arrossati anche da chi Ivano non lo conosceva direttamente. All’uscita dalla chiesa il feretro è stato accolto da un lunghissimo applauso. Fra i presenti c’era anche chi non conosceva direttamente Ivano, come Alejandro - un trentenne che di lavoro fa il rider e trasporta a casa dei clienti e prodotti alimentari ordinati nei fast food della Sud Milano-. "Non lo conoscevo direttamente, forse un paio di volte ho preso una bottiglietta d’acqua nel suo bar ma sono voluto venire comunque al funerale per salutare uno che andava in bici ed è morto. Io lavoro in bicicletta tutti i giorni e tutti i giorni si rischia di fare incidenti o di venire investiti. A volte sembra che diamo davvero fastidio. Questo è quello che mi sembra eppure in altri paesi addirittura hanno fatto dei film e hanno trattato i rider o chi va in bici come “eroi”. È un fatto che la città di Milano probabilmente ancora non è pronta ad accogliere e condividere la strada col popolo delle due ruote".

È triste la mattinata ad Assago anche se qualcuno accenna un sorriso ricordando il passato di Ivano e della sua famiglia. Come ci racconta Anita, una commerciante che conosceva bene lui e la madre."Avevano una lavanderia qui dietro la chiesa, racconta la donna. Erano davvero bravi e conosciuti da tutti. E Ivano frequentava qui la scuola. Poi si sono trasferiti a Buccinasco ma hanno lasciato un bel ricordo qui. Ivano e la sua famiglia sono conosciuti e amati da tutti, tanto che la raccolta fondi per aiutare la famiglia lanciata su Gofundme sta proseguendo: "Ivano ci ha abbandonato a causa di un terribile incidente stradale lasciando tutti spiazzati. Aiutiamo Giulia a garantire un futuro al piccolo Riki e a fornirle un supporto per affrontare questi momenti così tanto difficili, grazie". Questo l’appello lanciato che ha portato a raccogliere in 24 ore circa 8mila 200 euro grazie ad oltre ottanta donatori.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro