Malattie infettive negli asili nido: ecco quelle che preoccupano di più. Boom di streptococco e ossiuri

L’indagine di Assonidi nelle strutture per l’infanzia della Lombardia: mappa dei casi più diffusi nell’anno scolastico in corso

Un asilo nido (Archivio)

Un asilo nido (Archivio)

Milano – Influenzagastroenterite congiuntivite purulenta. Sono le tre malattie infettive più diffuse all’interno degli asili nido della Lombardia. La conferma di quello che le famiglie lombarde con i bimbi tra gli 0 e 3 anni affrontano quotidianamente arriva dalla prima indagine su questo tema di Assonidi, l’associazione degli asili nido e le scuole dell'Infanzia privati (aderente a Confcommercio Milano, Lodi, Monza e Brianza). 

L’indagine 

Assonidi ha realizzato la mappatura sulla diffusione delle malattie infettive all’interno di 278 strutture per servizi educativi alla prima infanzia (0-3 anni). In particolare, è stato chiesto se nel corso dell’anno scolastico in corso (2023/2024) siano stati riscontrati casi di una o più delle malattie indicate.

I risultati 

L’influenza generica è risultata la malattia infettiva più frequente, con il 93% dei partecipanti al sondaggio che ha indicato un’incidenza di 3 o più casi. Seguono la gastroenterite infettiva con l’81% di 3 o più casi, la congiuntivite purulenta con il 62% di 3 o più casi e il 12% di 1-2 casi, la mani-piedi-bocca con il 50% di 3 o più casi e il 25% di 1-2 casi. Infine, la scarlattina, con il 30% dei rispondenti che ha indicato un’incidenza di 1-2 casi e il 13% di 3 o più casi.

Covid-19 ancora presente

Nonostante l’emergenza Coronavirus sia terminata, il Covid-19, pur in calo, risulta ancora presente nell’anno scolastico 2023-2024 tra le malattie infettive. Il 27% delle strutture che hanno partecipato al sondaggio ha dichiarato la presenza di 1-2 casi, mentre il 7% ne ha riscontrati in corso d’anno più di 3 casi.

Bronchiolite e streptococco

Tra le malattie infettive che possono avere un decorso problematico, la più diffusa è la bronchiolite, che nei casi più gravi può evolvere in polmonite con conseguente ospedalizzazione. Il 3% dei nidi hanno dichiarato la presenza di 3 o più casi dall’inizio dell’anno scolastico, il 7% invece 1-2 casi. Per quanto riguarda lo streptococco, è presente per il 2% con oltre 3 casi e per il 6% con 1-2 casi. 

Il caso ossiurasi

L’indagine Assonidi rivela anche una significativa presenza di ossiuriasi (infezione intestinale causata dal verme Enterobius vermicularis, noto comunemente come ossiuro) con il 20% delle imprese ha dichiarato di aver riscontrato 1-2 casi dall’inizio dell’anno. Altre malattie specifiche segnalate sono state la 6° malattia (6% 1-2 casi, 2% 3 o più casi), l’otite (5% 1-2 casi, 1% 3 o più casi), la varicella (3% 1-2 casi, 1% 3 o più casi), la 5° malattia (3% 1-2 casi, 1% 3 o più casi) e altre malattie meno diffuse. Non è stato segnalato alcun caso di morbillo.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro