Attività all'asilo
Attività all'asilo

Sesto San Giovanni, 11 luglio 2018 - Nidi gratis, anche quest’anno. I Comuni hanno infatti deliberato l’adesione alla misura messa a disposizione da Regione Lombardia per offrire un supporto alle famiglie. Ieri mattina l’amministrazione di Sesto San Giovanni e l’altro giorno quella di Cologno Monzese hanno approvato i documenti per l’anno scolastico 2018/19. La scelta permetterà di azzerare la retta di frequenza al nido per molti genitori in possesso dei requisiti previsti dalla Regione, che sono rimasti invariati rispetto all’anno scolastico appena trascorso. Fondamentale, per partecipare a questa agevolazione, è avere un Isee uguale o inferiore a 20mila euro, attestare la residenza in Lombardia di entrambi i genitori, che devono ambedue lavorare o fruire di percorsi specifici di politiche attive del lavoro. Nell'anno appena concluso a Sesto oltre la metà degli utenti ha usufruito della misura straordinaria. Infatti, sono state 255 le famiglie che hanno avuto accesso al provvedimento "Nidi gratis". "Anche quest’anno abbiamo deciso di aderire, per sostenere le famiglie in condizione di vulnerabilità economica e sociale", commenta il sindaco Roberto Di Stefano. Numeri importanti anche a Cologno. "L’anno scorso circa il 70 per cento dei bambini iscritti ai cinque asili nido comunali ha beneficiato di questa importante iniziativa – spiegato il sindaco Angelo Rocchi – Un numero elevato di utenti che conferma la necessità di mettere in campo tutti gli strumenti che le amministrazioni posso sviluppare a sostegno della famiglia e dell’istruzione. Siamo certi che la risposta sarà notevole anche quest’anno".

Non si tratta dell’unica manovra sui servizi all’infanzia, aggiunge l’assessore all’Istruzione Dania Perego. "In tre anni abbiamo messo in atto diverse azioni che hanno portato a un progressivo potenziamento del servizio. Nel 2016 abbiamo attuato un adeguamento delle tariffe, portando un notevole risparmio alle famiglie colognesi appartenenti alle fasce Isee intermedie". Nel 2018 il Comune, oltre all’adesione alla misura regionale "Nidi gratis", "ha saputo aumentare la capienza complessiva degli asili, creando 23 nuovi posti e aumentando in questo modo l’offerta alla città". Razionalizzazione delle strutture e, quindi, della spesa con una manovra che si appresta a fare anche Sesto da settembre, con la non riapertura del nido XX Settembre, lo smistamento di bambini ed educatrici nelle altre sette strutture e l’accreditamento di nuovi privati. "L’adesione all’opportunità offerta dalla Regione è stata resa possibile proprio da questa gestione delle risorse umane ed economiche, che ci ha permesso di far crescere un servizio", conclude Perego.