La manifestazione degli ambulanti a Milano contro Area B
La manifestazione degli ambulanti a Milano contro Area B

Milano, 19 dicembre 2018 - Oltre cento ambulanti stanno sfilando in corteo, con fischietti e qualche fumogeno, a Milano per ribadire il loro 'nò all'Area B voluta dal Comune. La pioggia non ha fermato la protesta dei commercianti delle piazze che si sono dati appuntamento ai Bastioni di Porta Venezia con i loro furgoni, ma che hanno poi proseguito a piedi verso Porta Ticinese.

Quando a febbraio 2019 l'Area B entrerà in vigore «saranno oltre un migliaio gli ambulanti che potrebbero essere multati e che rischiano di non lavorare» perché «circolano con furgoni euro 0, 1, 2 o 3», ha spiegato Nicola Zarrella dell'Associazione Nazionale Ambulanti (ANA), che ha organizzato la manifestazione.

«La maggioranza degli ambulanti milanesi non potranno cambiare furgone in questi due mesi: non possiamo accettarlo, gli ambulanti rischiano di non lavorare più», ha aggiunto. «Questa è la prima manifestazione a Milano, ma proseguiremo a oltranza per far capire all'amministrazione che non scherziamo», ha concluso Zarrella.

«Chiediamo almeno una deroga di un'ora al giorno al regolamento dell'Area B che ci vieta di circolare dalle 7.30 del mattino alle 19», ha poi spiegato Michele, ambulante di intimo e abbigliamento. Con Area B «riusciremo ad entrare in città la mattina ma poi
non possiamo muoverci fino a sera», ha spiegato, «e non possiamo permetterci di comprare un furgone che potrebbe costare fino a 70mila euro». «Ci sentiamo soli, l'unico partito che ci appoggia è la Lega», ha concluso Michele