Aira decolla da Milano. "4mila assunti in 10 anni"

Aira, società svedese di tecnologie per l'energia pulita, sbarca in Italia con l'obiettivo di eliminare l'uso del gas e accelerare la decarbonizzazione. Offre pompe di calore, pannelli solari, batterie di accumulo e luce. Investimenti per 4mila assunti in 10 anni. Programma di formazione con Politecnico di Milano.

Aira decolla da Milano. "4mila assunti in 10 anni"

Aira decolla da Milano. "4mila assunti in 10 anni"

Efficienza, sostenibilità e convenienza: sono i pilastri della missione di Aira, società̀ svedese di tecnologie per l’energia pulita che sbarca in Italia (a Milano) con l’obiettivo di eliminare l’uso del gas e accelerare il percorso di decarbonizzazione. Il sistema di Aira comprende pompe di calore di ultima generazione, pannelli solari, batterie di accumulo e offerta luce. "Pochi sanno che il terzo principale responsabile delle emissioni di CO 2 in Europa è il riscaldamento domestico – spiega Martin Lewerth, Ceo di Aira Group –. Vogliamo eliminare l’uso domestico di fonti di riscaldamento inquinanti e costose, come gas. Una transizione verso l’economia green, certo, ma anche un modo per limitare le spese delle famiglie. In un paese come l’Italia l’impiego di pompe di calore sfiora appena il 6%. Perché? Noi pensiamo che il problema principale sia la scarsa consapevolezza e fiducia dei potenziali utenti. Noi di Aira ci impegniamo a garantire un’assistenza a 360°, dalla produzione a istallazione e manutenzione". Matts Urliksson, Ceo Aira Italia, cita un dato: "Rinunciando alla nostra auto risparmieremmo circa 1,6 tonnellate di CO 2 all’anno; con una pompa di calore 2,6 tonnellate. A lavorare sul campo è una squadra di 150 persone tra consulenti energetici, tecnici e commerciali. Con i nuovi investimenti italiani, sono 4mila gli assunti previsti in dieci anni. E Aira ha avviato, col Politecnico di Milano, un programma di formazione e valorizzazione di talenti.

Valentina Tarantino