Taglio del nastro della nuova sede con il cantante e presentatore tv Enrico Ruggeri
Taglio del nastro della nuova sede con il cantante e presentatore tv Enrico Ruggeri
Milano, 8 ottobre 2021 - "Finalmente mi sento rinascere. Aspettavo una casa da molto tempo, tanto che adesso, a 67 anni, quasi iniziavo a non sperarci più". Giuliano Brambilla ha le lacrime agli occhi mentre parla. Dopo otto anni passati a vivere in macchina, oggi finalmente ha una nuova casa. Da questa settimana, infatti, inizierà ad abitare insieme a Emo e Frida – i suoi due amici a quattro zampe – in un appartamento di Cascina Vita Nova. La struttura, che si trova a Baggio, è stata rinnovata dalla Fondazione Progetto Arca, che ha dato...

Milano, 8 ottobre 2021 - "Finalmente mi sento rinascere. Aspettavo una casa da molto tempo, tanto che adesso, a 67 anni, quasi iniziavo a non sperarci più". Giuliano Brambilla ha le lacrime agli occhi mentre parla. Dopo otto anni passati a vivere in macchina, oggi finalmente ha una nuova casa. Da questa settimana, infatti, inizierà ad abitare insieme a Emo e Frida – i suoi due amici a quattro zampe – in un appartamento di Cascina Vita Nova. La struttura, che si trova a Baggio, è stata rinnovata dalla Fondazione Progetto Arca, che ha dato vita a un’iniziativa per accogliere le persone senza fissa dimora che vivono in strada con i loro cani. Per i senzatetto, infatti, è quasi impossibile trovare rifugio in una struttura di accoglienza che ospiti anche i loro cani. Per questo, molti preferiscono passare le notti all’addiaccio pur di non dover abbandonare il proprio amico a quattro zampe. "Ho dormito per tanti anni in una tenda, ma l’ho fatto soprattutto per Jack, il mio cane, che per me è come un bambino", si emoziona Luigi, un altro dei futuri inquilini di Cascina Vita Nova.

Il nuovo edificio del progetto Arca, intitolato alla donatrice Giorgina Venosta, ospita sette appartamenti, uno spazio per la cura degli animali e un salone di bellezza che fornisce servizi gratuiti di parrucchiere non solo per gli inquilini ma per tutti i residenti del quartiere. Ad occuparsi del salone sarà Emilio, ex ospite del progetto Arca che riprenderà la sua attività di parrucchiere. Accanto alla Cascina sorgeranno anche una mensa da 70 pasti al giorno, un social market con parafarmacia e uno spazio polifunzionale con biblioteca, cineforum e attività ricreative. "È un giorno di festa – gioisce Alberto Sinigallia, presidente di Arca –. La nostra idea è di riunire in un unico luogo servizi di accoglienza, sostegno alimentare, inclusione sociale e inserimento lavorativo".

All’inaugurazione anche Enrico Ruggeri, presidente della Nazionale Cantanti, che ha stretto una collaborazione con Arca a sostegno delle iniziative di contrasto alla povertà. "Quando parliamo di oggetti fragili, ci riferiamo a quelli più preziosi. Quando parliamo di persone invece diamo alla fragilità un’accezione negativa – spiega Ruggeri –. Dobbiamo ricordarci che la fragilità non è una debolezza, ma contribuisce a renderci preziosi". A riprova del forte legame tra le due realtà, Ruggeri auspica che la collaborazione tra la Nazionale Cantanti e Fondazione Arca possa andare oltre la partita in programma a novembre a sostegno del progetto. "Noi della Nazionale Cantanti ci stiamo innamorando di queste iniziative – incalza Ruggeri –. L’ultima volta che la Partita del Cuore si è disputata a Milano era nel 2015. È il momento di farla tornare a San Siro".