Neve
Neve

Milano, 2 gennaio 2020 - Non si allenta la morsa del maltempo sul Nord d'Italia: allerta gialla per rischio neve in Lombardia. Nel bollettino della Protezione civile si indicano precipitazioni sulla Lombardia, deboli su tutte le zone, più probabili nella notte e al mattino; nel resto della giornata intermittenti, per lo più sulle zone di Pianura, a carattere di pioviggine o pioggia debole con quantitativi molto limitati.

REGIONALE

Domani massimi accumuli giornalieri tra 10-20 mm sulle zone di Nordovest (Lario e Verbano), Orobie bergamasche e Appennino pavese. Limite neve tra 800-1000 metri, localmente a quote inferiori in particolare sui settori di Nordovest. Possibile neve a tratti sotto gli 800 metri anche sulle restanti zone montane, ma senza accumuli persistenti al suolo.  Massimi accumuli di neve fresca fino a 20 centimetri sulle zone di Nordovest (Lario e Verbano), Orobie bergamasche e Appennino pavese sopra i 1000 metri.

Lunedì 4 gennaio ancora possibili deboli precipitazioni (durante l'intera giornata, per lo più sulle zone di Pianura. Sul Nordovest e Appennino possibili nuovi accumuli di neve di qualche cm sopra i 600 m; sulle restanti zone montane neve o nevischio occasionali, senza accumuli significativi.  In conseguenza delle precipitazioni a carattere nevoso attese per la giornata di oggi e fino alla mattinata di domani 3 gennaio, si chiede ai sistemi locali di protezione civile di mantenere "almeno fino alle ore centrali di domani una fase operativa minima di Attenzione". Le situazioni di criticità potrebbero essere legate soprattutto a difficoltà, rallentamenti e blocchi del traffico stradale e ferroviario. L'accumulo di neve potrebbe generare anche caduta di rami o alberi.