Droga e contanti sequestrati dalla polizia
Droga e contanti sequestrati dalla polizia

Mantova, 11 novembre 2019 - Una sala scommesse trasformata in punto di spaccio di cocaina: a gettare luce sul tradffico che vi si svolgeva sono stati gli uomini della questura di Mantova. La 'Nuova Beach Bet' è aperta da anni in piazza Arche, nel cuore del centro storico. Da tempo la gestione è passata in mano cinesi e il locale è diventato sempre più sporco e mal frequentato. Fino all'ultimo capitolo, che lo ha trasformato in una mini piazza di spaccio.

La polizia, che da mesi indagava su segnalazione di semplici cittadini, nellla tarda serata di venerdì ha fatto irruzione nella sala scommesse. All'interno ha trovato otto clienti, tra i quali R.L,.36 anni, di nazionalità marocchina. L'uomo, clandestino in Italia ma che però non può essere espulso perché coniugato con un'italiana (l'ha sposata a settembre, la donna gestisce un bar nel centro cittadino) aveva in tasca 1.700 euro in contanti dei quali non ha saputo spiegare la provenienza. Vicino a una slot machine, esattamente in una scatola per fazzoletti di carta vuota, gli agenti hanno trovato quello che cercavano: 16 involucti di cocaina già confezionati per lo spaccio. Il marocchino, che non consegnava direttamente la droga ma la faceva trovare in nascondigli dentro la sala scommesse, è stato fermato.

Nella sua abitazione la polizia ha trovato altri 130 grammi di cocaina, 7 di hascisc e gli involucri di nylon che usava per confezionare le dosi. Nell'appartamento c'erano anche mille euro in contanti. Lo spacciatore è finito in carcere (il fermo è stato convalidato ieri mattina) mentre la sala scommesse è stata chiusa per due settimane. E' la seconda volta che accade (la prima era avvenuta per la presenza di un minore) ma alla terza il questore Paolo Sartori ha avvisato che le verrà revocata la licenza.