I militari hanno avviato un’indagine
I militari hanno avviato un’indagine

Senna Lodigiana (Lodi), 3 dicembre 2019 - Si sono spacciati come carabinieri in borghese, che avevano appena catturato un topo d’appartamento per poter entrare in casa in casa e circuire due anziani rubando loro i soldi della pensione. Per rendere più credibile la messinscena, i due finti militari dell’Arma hanno fatto vedere, un complice ovviamente, seduto a bordo di una Golf bianca parcheggiata davanti a casa che avrebbe dovuto rappresentare l’altrettanto finto ladro in manette. L’episodio, l’ennesima truffa sul territorio, è avvenuto alcuni giorni fa in via Cimitero Vecchio a Senna. I due malviventi hanno pure detto ad uno dei due anziani di andare in caserma il giorno seguente per formalizzare la denuncia ed intanto hanno chiesto alle vittime di poter entrare in casa per effettuare un (finto) sopralluogo.

Ovviamente era solo un modo per frugare tra gli ambienti della coppia e trovare oggetti o soldi. Alla fine, da quanto appreso, il bottino racimolato dai ladri si è aggirato attorno ai 1500 euro. Solo più tardi, gli anziani si sono accorti di essere stati raggirati e sono stati costretti a chiamare i carabinieri, quelli veri, i quali sono giunti sul posto per capire la dinamica e cercare qualche elemento per avviare l’indagine. Si sa che i componenti della banda erano di nazionalità italiana.