Lodi, chiede una sigaretta a un ragazzo e poi lo accoltella alla gamba

In carcere un 20enne accusato di tentata rapina e lesioni

La squadra volante si è messa alla ricerca del giovane con i carabinieri

La squadra volante si è messa alla ricerca del giovane con i carabinieri

Lodi, 8 gennaio 2024 - “Scusa, hai una sigaretta?”, poi estrae un coltello e ferisce il coetaneo alla gamba. La polizia di Stato di Lodi ha arrestato un ragazzo di 20 anni, di origine guineana, accusandolo di tentata rapina e lesioni. L’arrestato, con precedenti della stessa natura alle spalle, è stato poi assegnato alla casa circondariale di Lodi. E’ stata la squadra volante, a intervenire, con più agenti, nella notte tra sabato 6 gennaio e domenica 7 gennaio 2024 a Lodi.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, infatti, il ragazzo, che precedentemente era stato in compagnia di alcuni amici, si sarebbe avvicinato alla vittima, un altro giovane. Quest’ultimo, in quel momento, con un’amica, stava tornando in macchina verso casa dopo aver passato una serata in compagnia. Il 20 enne si sarebbe avvicinato al veicolo, ancora fermo, con la scusa di chiedere una sigaretta, ma i due giovani gli hanno risposto di non averne. A quel punto l’indagato avrebbe estratto un coltello, colpendo alla gamba la vittima, nel frattempo risalita in macchina. Probabilmente si è trattato di un tentativo di rapina, secondo gli inquirenti.

 Il malcapitato, quindi, che per fortuna è stato ferito solo in maniera superficiale, tanto da ricevere una prognosi di 10 giorni ed essere presto dimesso, è corso al pronto soccorso dell’ospedale Maggiore di Lodi ed è stato medicato. Da qui è arrivata una richiesta di intervento alle forze dell’ordine e le volanti, insieme ai carabinieri, si sono messi alla ricerca dell’aggressore col coltello. L’interessato, ben descritto dalla vittima, è stato fermato in una zona non distante dal luogo del reato ed è stato accompagnato in Questura per ulteriori accertamenti. Presentava macchie di sangue sui vestiti e nascondeva addosso un coltello da cucina con alcune macchie di sostanza ematica. Aveva anche ferite alle mani che, per gli inquirenti, sarebbero compatibili con l’utilizzo improprio di una lama. Alla luce degli elementi evidenziati, il 20enne è stato quindi arrestato e ritenuto il presunto autore del tentativo di rapina e delle lesioni aggravate ai danni del coetaneo. Infine è stato denunciato per il porto ingiustificato del coltello.