Iolanda Pensa,  ideatrice del progetto  che si terrà a Esino Lario  dal 21 al 28 giugno prossimi (Sandonini)
Iolanda Pensa, ideatrice del progetto che si terrà a Esino Lario dal 21 al 28 giugno prossimi (Sandonini)

Esino Lario, 23 maggio 2016 - Prove generali di connettività a Esino in vista di Wikimania, il raduno mondiale di Wikipedia in programma dal 21 al 28 giugno prossimi. A un mese dall’evento, si è tenuto il test della connessione a banda larga fornita da Eolo, operatore del settore che consentirà con la sua tecnologia basata su un mix di ponti radio e fibra ottica, di portare anche in un paese di montagna una connessione internet ad alta velocità. Insieme a Eolo, partner dell’iniziativa è stato Elmec, che ha messo a disposizione per l’evento e per tutta Wikimania la tecnologia necessaria per la riuscita dell’iniziativa. «È andata molto bene – spiega Iolanda Pensa ideatrice del progetto - oltre a Eolo che è partner tecnico per la connettività, gli scavi per la fibra sono stati fatti dal comune e sono collegati tutti gli edifici pubblici del paese e alcuni stabili usati come alloggi».

«Questa giornata di prova connettività abbiamo deciso di sfruttarla ancora di più con Elmec che ci fornisce spazio come server cloud e ci ha dato tanta attrezzatura per la parte informatica. Attrezzatura che abbiamo deciso di usare per un evento che fosse anche una festa legata alla Sky Race organizzando una giornata dedicata ai ragazzi in cui si è giocato con la tecnologia, fatto codici di programmazione, visto come funzionano stampanti 3D, droni per telecomunicazione e così via». Proposta anche una caccia al tesoro che ha permesso di testare con smartphone le ricerche internet, fornire contributi a Wikipedia e usare le mappe interattive per conoscere Esino e capire la tecnologia.

«Per tutto il giorno c’è stata un’atmosfera effervescente nel vedere queste tecnologie all’avanguardia in un paese di montagna». Simone Sala responsabile tecnico del progetto ci ha spiegato che «si è montata la prima parte di rete che ha un allaccio limitato rispetto alla rete finale, con link da 80 megabit e ne abbiamo usato circa il 20%. L’unica criticità è stato un picco strano di rete che si è saturata ma c’era un utente che scaricava giochi. Non abbiamo messo limiti all’utenza per stressare la rete il più possibile. Nella realtà la rete avrà un giga, ma questa prova era per installare la rete e la distribuzione wireless che sarà collegata e per testare il roaming tra i vari punti di accesso». Insomma Wikimania sta muovendo i primi passi definitivi in vista della grande manifestazione che porterà Esino al centro del mondo digitale.