Daniele De Salvo
Cronaca

Sorpresi dalla tormenta di neve in Grignetta: due alpinisti bloccati sulla cresta

L'appello dei soccorritori del Soccoso alpino: ''In montagna è necessario informarsi bene e valutare l'esposizione dei versanti e dei sentieri''

I soccorritori in Grignetta

I soccorritori in Grignetta

Lecco, 26 marzo 2023 – Due alpinisti sono stati sorpresi da una tormenta in Grignetta. Li hanno recuperati sani e salvi i volontari del Soccorso alpino con i sanitari e i tecnici dell'eliambulanza di Areu.

Due alpinisti bergamaschi di 28 e 29 anni quest'oggi sono rimasti bloccati in quota sulla cresta Segantini, in Grigna Meridionale. Sebbene ben equipaggiati, non hanno fatto i conti con le condizioni meteo, nonostante fosse previsto un cambiamento e un peggioramenti del tempo. Nel giro di una ventina di minuti si sono trovati in mezzo ad una tormenta di neve e non sono stati più in grado di proseguire. Piuttosto che rischiare oltre, hanno preferito chiedere aiuto.

Da terra si sono subito messi in marcia i tecnici del Soccorso alpino della stazione di Lecco, perché le nuvole basse, la visibilità scarsa e la tormenta ha impedito inizialmente ai soccorritori di avvicinarsi con l'eliambulanza. Appena si è aperta una finestra di bel tempo è stato però dalla base di Villa Guardia sono però decollati anche i soccorritori dell'elisoccorso di Como. I due alpinisti stavano bene, dopo essere stati recuperati in sicurezza sono stati trasferiti e riportati a valle direttamente con l'eliambulanza, che li ha sbarcati al Bione, dove c'è la sede del Soccorso alpino di Lecco. C'è voluto tutto il pomeriggio per raggiungerli e riportarli a casa sani e salvi. I tecnici del Soccorso alpino sono stati invece riaccompagnati fino ai Piani dei Resinelli da dove erano partiti a piedi. “In queste ultime ore si sono verificate delle precipitazioni e in quota c’è neve – spiegano dal Soccorso alpino e speleologico lombardo -. Ci sono stati altri interventi dovuti appunto al cambiamento delle caratteristiche del terreno. Prima di percorrere certi itinerari in quota, in particolare nella zona della Segantini ma non solo, è necessario informarsi bene e valutare l’esposizione dei versanti a nord e dei sentieri in cresta perché alcuni tratti presentano neve o ghiaccio e richiedono, per essere percorsi, ramponi e piccozza, da avere con l’equipaggiamento necessario. La stagione è caratterizzata da cambiamenti repentini di temperatura, di innevamento o di presenza di ghiaccio. Chiedete agli esperti della montagna prima di partire”.

E' la raccomandazione che viene rivolta ad escursionisti e alpinisti ormai quasi quotidianamente. Eppure, nonostante i continui appelli alla prudenza, i consigli e le indicazioni, le campagne di sensibilizzazione e di educazione. alla sicurezza e alla valutazione del rischio in montagna, in molti continuano ad affrontare la montagna in maniera non adeguata. Mettendo a repentaglio non solo la loro vita, ma anche quella di chi li soccorre, tra cui i volontari del Soccorso alpino.