Lecco, 21 febbraio 2021 – Superstrada da incubo. In Superstrada 36 si sono registrate code chilometriche e pesanti rallentamenti in direzione di Milano. In alcuni tratti il traffico è rimasto completamente paralizzato.  Anche sulla Sp 72 rivierasca in marcia a passo d'uomo. Nonostante dopo il disastro di domenica scorsa per questo fine settimana siano stati sospesi i lavori in corso e siano stati rimossi i cantieri e i restringimenti di carreggiata proprio per limitare i disagi, la Super non ha retto di nuovo al controesodo di decine di miglia di turisti e di villeggianti del week end di ritorno a casa dopo il fine settimana sulle montagne della Valtellina e della Valsassina e sulle sponde del lago di Como.

A causa di alcuni incidenti, dovuti proprio ai rallentamenti, i disagi provocati dall'enorme afflusso di persone sono deflagrati. I problemi maggiori si sono registrati da Bellano verso Lecco, nel tunnel dell'attraversamento di Lecco e poi fin dopo Nibionno. Per percorrere un tratto di una quarantina di chilometri di Statale si stimavano 2 ore di tempo. Anche la nuova Lecco – Ballabio è rimasta paralizzata in discesa e difficoltà sono state segnalate nel pomeriggio pure sulle principali provinciali della Valsassina. Per evitare un assalto incontrollato invece già in mattina il sindaco di Ballabio Giovanni Bruno Bussola ha rimandato indietro quanti cercavano di raggiungere i Piani dei Resinelli senza aver prenotato nei locali della zona.