Più costosa la sosta in centro: "Stop all’assedio delle auto"

Il sindaco Gattinoni garantisce: non è per fare cassa

Più costosa la sosta in centro: "Stop all’assedio delle auto"

Più costosa la sosta in centro: "Stop all’assedio delle auto"

Parcheggi a Lecco, si cambia. Non ci saranno più Zone a traffico limitato ma aree pedonali urbane, e soprattutto posteggiare in centro costerà di più. Il nuovo Piano della sosta scatterà a gennaio. L’obiettivo è liberare il centro del capoluogo dall’assedio degli automobilisti a caccia di un buco libero dove lasciare l’auto, ma anche semplificare le regole. Dalle attuali 12 tipologie di pass – sono poco più di 3.700 quelli attualmente rilasciati – si passerà a 7: si andrà ad esempio dal pass gratuito per chi deve transitare nel cuore della città per raggiungere il proprio garage a quello da 240 euro l’anno per le soste lunghe, passando da quello da 70 euro per Germandeno e Pescarenico e da quello da 200 euro per gli autisti dei portavalori.

Presidieranno i varchi, in ingresso e in uscita, gli occhi elettronici del Grande fratello comunale. Spariranno inoltre le strisce gialle per i residenti: verranno sostituite tutte con le strisce blu, dove comunque i residenti delle varie zone potranno parcheggiare gratuitamente. Inoltre più ci si allontanerà dal centro, meno si pagherà. Sono quattro le zone: C1 più centrale; C2; E; D. Si parte da 2 euro per un’ora di sosta in centro per scendere a fino a un euro in periferia. "Non è per fare cassa bensì per liberare il centro", assicura il sindaco Mauro Gattinoni. D.D.S.