Danuiele De Salvo
Cronaca

Maltempo, la provincia di Lecco sommersa da 30 milioni di metri cubi d'acqua: strade chiuse, frane e alberi caduti

In ospedale a Merate mercoledì sera si è allagato il piano interrato dove si trovano i poliambulatori

I vigili del fuoco durante un intervento nel Lecchese

I vigili del fuoco durante un intervento nel Lecchese

Lecco, 16 maggio 2024 – La Sp 54 tra Montevecchia e Missaglia e la Sp 58 tra Colle Brianza e Santa Maria Hoè sono completamente chiuse al transito. A causa del maltempo, la Sp 54 è stata invasa da uno smottamento di terreno e vegetazione, mentre sulla Sp 58 sono caduti massi. Le due importanti arterie resteranno chiuse probabilmente per giorni. Al momento non è infatti nemmeno possibile cominciare gli interventi di sgombero del materiale, perché ha ricominciato a piovere. La zona del Merate e quella del Casatese sono praticamente divise in due.

I vigili del fuoco

Complessivamente, solo durante la giornata di ieri, i vigili del fuoco del comando provinciale di Lecco hanno fronteggiato una sessantina di richieste di intervento. Frane, allagamenti, alberi caduti... sono stati i principali motivi delle chiamate. Nonostante l'emergenza maltempo abbia colpito duramente anche la provincia di Lecco, i vigili del fuoco lecchesi sono corsi pure in aiuto ai colleghi di Monza. Fortunatamente, almeno in provincia di Lecco, non risultano persone sfollate né evacuate e i danni sembrano limitati rispetto ad altri territori.

L'ospedale di Merate allagato

In ospedale a Merate mercoledì sera si è allagato il piano interrato dove si trovano i poliambulatori. L'attività clinica era già terminata, dentro non c'erano né pazienti, né specialisti né altri operatori sanitari. Sono stati allagati anche un parcheggio sotterraneo sotto il Pronto soccorso che però non viene utilizzato e i vani di alcuni ascensori. I volontari della Protezione civile hanno asciugato l'acqua e ripulito i poliambulatori durante la notte. Questa mattina gli studi medici erano così già tutti agibili. Per gli altri settori non adibiti a servizi sanitari invece c'è voluto più tempo.

L'albero secolare

A Monticello Brianza è crollata una pianta secolare. Si tratta di una Parrotia Persica davvero notevole che cresceva nel parco della Biblioteca comunale di Monticello, una celebre Limonera neoclassica. Le radici erano state esposte in seguito all'apertura di un cantiere. Alcuni residenti nei giorni scorsi avevano denunciato la situazione di pericolo, indipendentemente dalla possibile ondata di maltempo che non era stata ancora prevista. Nessuno tuttavia è intervenuto per tempo e l'albero ieri è caduto senza alcuna possibilità di rimetterlo in piedi e salvarlo. Quell'albero era l'essere vivente tra i più longevi del paese.

Il Parco Valle Lambro

“L'evento meteorologico che ha interessato la Brianza nelle ultime 36 ore ha portato un volume di pioggia di oltre 30 milioni di metri cubi – spiegano dal Parco Valle Lambro -. In previsione del maltempo, avevamo provveduto allo svuotamento del Lago di Pusiano e alla preparazione della diga di Inverigo. Sono stati così accumulati nel lago oltre sei milioni di metri cubi d'acqua. In contemporanea abbiamo operato presso la diga delle Fornaci a Inverigo, arrivando a riempire il milione di metri cubi disponibili. Abbiamo anche provveduto a invasare la piena della Bevera di Molteno per oltre un milione di metri cubi nella cava di Brenno a Costa Masnaga”.