Arresto a Fino Mornasco: spaccio nei boschi, un 24enne in manette

I Carabinieri di Fino Mornasco, con il supporto dei Cacciatori Calabria, hanno arrestato un 24enne straniero per spaccio di droga in un bosco di Como. Con lui sono stati sequestrati droga, bilancino, materiale per confezionamento e denaro.

Ancora spaccio nei boschi. Un arrestato
Ancora spaccio nei boschi. Un arrestato

Proseguono le attività di contrasto allo spaccio della droga nelle aree boschive della provincia di Como. I carabinieri di Fino Mornasco, con il supporto dei colleghi dello Squadrone Cacciatori Calabria, hanno arrestato in flagranza di reato un 24enne straniero, in Italia senza fissa dimora, che spacciava in un bosco in località Firenzuola, in via Campagnola. Al giovane sono stati sequestrati 4,7 grammi di eroina, 43,3 grammi di cocaina, 9,5 grammi di hashish, un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento, tre telefoni cellulari e 1.600 euro in contanti. Il ventiquattrenne pluripregiudicato, irregolare, era già destinatario di un altro ordine di carcerazione.

Nelle scorse settimane il ministro dell’Interno, Matteo Piantedosi, era venuto in provincia di Como per presiedere, in prefettura, il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica proprio con l’obiettivo di rafforzare il contrasto alle bande criminali che ormai da due anni imperversano non solo in provincia di Como, ma anche in quelle di Lecco e Varese.

Grazie all’impiego degli Squadroni eliportati dei Cacciatori, i corpi speciali dell’Arma, dalla primavera scorsa sono stati compiuti decisi passi in avanti nel contrasto a questo fenomeno criminale. Risultati sugellati anche da un accordo di collaborazione tra Como e Varese, proprio per prevenire il fenomeno dello spaccio nei boschi, sottoscritto dai prefetti Andrea Polichetti e Salvatore Pasquariello.

R.C.