ARNALDO LIGUORI
Economia

Le auto elettriche sono davvero così ecologiche?

Tra incentivi e bonus, i governi vogliono elettrificare le automobili: le conseguenze toccano l'industria, la geopolitica e la sostenibilità

Un'altra pagina della storia dell'evoluzione tecnologica

Un'altra pagina della storia dell'evoluzione tecnologica

Le auto ibride sono superate e questa è la nuova puntata di Dieci. Ogni settimana una storia raccontata con video, foto e infografiche. L'informazione semplice, ma spiegata bene. Se stai leggendo da uno smartphone, clicca su > questo link < per goderti a pieno il prodotto. Altrimenti, inizia a sfogliare quello che vedi qui sotto.

Dalla pubblicità agli ecobonus, ovunque sta crescendo l'attenzione verso le auto ibride ed elettriche. Ma scegliere questi mezzi è davvero una scelta ecologica? La risposta non è semplice, né scontata.

La sfida posta dal riscaldamento globale impone un cambiamento nell'industria e nel consumo automobilistico, che in Europa produce oltre il 60 per cento delle emissioni di CO2 dell'intero settore trasporti. Per questo Unione europea e Governo stanno provando a disincentivare le auto a benzina e diesel. Ma l'elettrificazione dei motori ha enormi conseguenze sull'industria automobilistica, sullo smaltimento delle batterie, sullo sfruttamento del lavoro e dei territori e sulla geopolitica delle materie prime.

Per fare chiarezza, abbiamo confrontato studi e dati, intervistando studiosi come Luca Mercalli, divulgatore ed esperto di questioni ambientali, Gianpiero Mastinu, docente del Politecnico di Milano tra i massimi esperti di costruzione di veicoli e Andrea Poggio, responsabile mobilità di Legambiente.

Alla fine dei conti, molto dipende dalle fonti di produzione energetica nazionale, dal tipo di vettura elettrica o ibrida e, soprattutto, dall'uso che ne fa il singolo consumatore.