Un distributore
Un distributore

Milano, 12 gennaio 2022 - Tornano subito a salire, dopo appena quattro giorni di quiete, i prezzi di benzina, gasolio e metano, sotto la spinta rialzista dei mercati petroliferi internazionali. Stando alla consueta rilevazione di 'Staffetta Quotidiana', questa mattina Eni ha aumentato di due centesimi al litro i prezzi consigliati di benzina e gasolio. Per Ip si registra un rialzo di un cent/litro.  Queste sono le medie dei prezzi praticati comunicati dai gestori all'Osservatorio prezzi del ministero dello Sviluppo economico ed elaborati dalla Staffetta, rilevati alle 8 di ieri mattina su circa 15mila impianti: 

  • benzina self service a 1,740 euro/litro (+3 millesimi, compagnie 1,748, pompe bianche 1,723), diesel a 1,607 euro/litro (+3, compagnie 1,613, pompe bianche 1,592). 
  • benzina servito a 1,871 euro/litro (+3, compagnie 1,919, pompe bianche 1,778), diesel a 1,744 euro/litro (+4, compagnie 1,793, pompe bianche 1,649).
  • Gpl servito a 0,820 euro/litro (-1, compagnie 0,827, pompe bianche 0,813), metano servito a 1,797 euro/kg (+6, compagnie 1,853, pompe bianche 1,754), Gnl 2,449 euro/kg (+10, compagnie 2,455 euro/kg, pompe bianche 2,445 euro/kg). 

Questi sono i prezzi sulle autostrade

  • benzina self service 1,825 euro/litro (servito 2,042)
  • gasolio self service 1,705 euro/litro (servito 1,944), Gpl 0,920 euro/litro, metano 2,117 euro/kg, Gnl 2,461 euro/kg.

Codacons

Oggi per un pieno di  benzina «si spendono in media 14,1 euro in più rispetto allo stesso periodo del 2021, mentre per un pieno di gasolio occorre mettere in conto una maggiore spesa da 13,6 euro - afferma il presidente del Codacons Carlo Rienzi - In un solo anno, quindi, la verde è aumentata del 19,5%, il gasolio del 20,6%». Rienzi aggiunge che «solo per i maggiori costi di rifornimento, una famiglia spende in media 340 euro annui in più in caso di auto a benzina, +328 euro per il gasolio, senza considerare gli effetti indiretti sull'inflazione legati all'aumento dei prezzi al dettaglio dei prodotti trasportati, considerato che in Italia l'85% della merce viaggia su gomma».

I listini dei carburanti, spiega il Codacons, tornano a salire in Italia, con la benzina che viene oggi venduta ai distributori a una media di 1,733 euro al litro, il gasolio a 1,598 euro al litro. Una crescita dei prezzi alla pompa che, denuncia l'associazione dei consumatori, «danneggia doppiamente le famiglie le quali, oltre a sostenere maggiori costi per i rifornimenti di carburante, subiscono anche gli effetti indiretti sui prezzi al dettaglio».