Auto vendute in Lombardia, da dove vengono e quante sono. La Cina mette la freccia

MG batte Lancia, Alfa Romeo, Skoda e Tesla. Ma a guidare le classifiche c’è un altro marchio orientale

Auto pronte per la vendita (Archivio)

Auto pronte per la vendita (Archivio)

Milano, 28 aprile 2024 – Non solo elettriche, ma anche termiche. Le case automobilistiche cinesi stanno silenziosamente invadendo il mercato. Chi rimarchia modelli prodotti in Oriente, chi usa brand europei per vetture di importazione.

Le cifre

In un mercato che a marzo ha raggiunto 25.666 immatricolazioni in Lombardia, su 162.083 targate in Italia, con un calo del 3,7% in 12 mesi, chi vive a Milano e nelle 11 province che la circondano punta al risparmio e alla “tradizione“: un terzo in meno le vetture a batteria, con una quota che crolla dal già basso 4,8% a un misero 3,3%. Gli incentivi che tardano, la crisi, i prezzi alle stelle.

E i lombardi comprano meno e cercano di risparmiare. Rivolgendosi anche ai cinesi, che stanno espandendo la rete di concessionari. Dai dati emergono cifre significative. In particolare quelle di MG, storico marchio britannico, dal 2005 proprietà della Saic, primo gruppo cinese, che punta a creare in Ungheria una fabbrica. E intanto a Nindge, una città nella provincia costiera della Cina orientale del Fujian, assembla 240mila pezzi all’anno.

E di questi, solo a marzo, in Lombardia ne sono arrivati 719, di cui 184 solo a Milano. Una cifra che pare bassa, ma che significa circa 9mila vetture all’anno in regione.

Il sorpasso

Un dato che assume significato, se paragonato a celebri marchi europei e italiani, alcuni decisamente popolari. Il brand cinese, che ha abbandonato la storica fabbrica di Longbridge in Inghilterra nel 2016, ha infatti superato Alfa Romeo (149 immatricolazioni in regione a marzo), ma anche Seat e Cupra (99 e 302), Lancia (446), ma anche Mini (371), Skoda (470), Opel (671), Nissan (532) e la coreana Kia (684).

Ma altri brand cinesi già sono al lavoro. Se Link&Co, che si affida al solo sistema del noleggio, ha immatricolato appena 63 vetture in un mese, 212 sono le macchine vendute da Dr-Evo, azienda molisana che assembla mezzi arrivati quasi completi dall’Oriente. Le vetture preferite dai lombardi sono quelle di Toyota-Lexus, con 2.358 mezzi consegnati (843 a Milano). Un sorpasso su Fiat (1.731 immatricolazioni, 664 a Milano) che in parte è legato anche alla gestione delle flotte aziendali. Ma che segna un distacco già avvenuto fra i consumatori e i brand nazionali. In attesa degli incentivi e di nuovi prodotti.