Quotidiano Nazionale logo
10 dic 2021

La truffa dell'sms: il messaggio vocale è un virus. Non aprite quel link

Ecco come non cadere nella rete dell'ennesimo raggiro via telefono

cristiana mariani
Cronaca
featured image
L'sms truffa

"Nuovo messaggio vocale". Si presenta così la nuova truffa. Una truffa che può essere molto pericolosa visto che consente ad estranei di entrare nel telefono degli utenti e creare danni anche ingenti. La nuova truffa comincia con un sms, un messaggio di testo sul telefono cellulare, che arriva da un numero che l'utente non conosce. Non un numero sconosciuto e quindi irrintracciabile, sia chiaro, ma un numero con tutte le cifre visibili non memorizzato nella rubrica dell'utente. Quindi di per sè ancora più infido, perché chi lo riceve lo può scambiare per reale. Il messaggio recita così: "Notifica: (1) nuovo messaggio vocale" e sotto questa scritta compare un link. Che non bisogna assolutamente aprire. Cliccando su quel link, infatti, si consente a un virus di infettare il proprio smartphone o si sottoscrivono abbonamenti a servizi indesiderati. Il consiglio della polizia di Stato è quello di non cliccare assolutamente su quel link, di bloccare il numero e cancellare il messaggio. Se possibile, poi, sarebbe buona norma segnalare la truffa alle forze dell'ordine.

Sono sempre più numerosi i raggiri che vengono messi in atto utilizzando il cellulare, quindi il consiglio è di diffidare sempre dal rispondere o dal cliccare su link che possono risultare sospetti. Meglio lasciar cadere nel vuoto un messaggio piuttosto che incappare in qualche tranello. Quelle vie sms sono truffe che difficilmente hanno presa sui giovani - gli under 40 usano ormai praticamente soltanto WhatsApp o Telegram per messaggiare -, ma che invece possono far cadere nell'inganno gli utenti di età più avanzata. Che magari non hanno grande dimestichezza con l'uso del cellulare e a volte non utilizzano neppure le app di messaggistica. Per questo è necessario che anche i giovani e i giovanissimi facciano la propria parte, sensibilizzando i genitori, i nonni e i parenti di età avanzata e mettendoli in guardia da possibili raggiri via telefono. 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?