Vigevano-Malpensa, una protesta in una foto d'archivio
Vigevano-Malpensa, una protesta in una foto d'archivio

Milano, 1 febbraio 2020 - Il Tar della Lombardia ha deciso lo stop alla realizzazione delle infrastrutture per migliorare il collegamento tra l'aeroporto di Malpensa (Varese) e Vigevano (Pavia), passando per Milano. La sentenza ha annullato la delibera del Cipe del 28 febbraio 2018, che ha approvato il progetto definitivo del collegamento tra la strada provinciale ex strada statale SS 11 'Padana Superiore' a Magenta e la Tangenziale ovest di Milano, con la variante di Abbiategrasso e l'adeguamento del tratto della SS 494 "Vigevanese" Abbiategrasso - Vigevano fino al ponte sul Fiume Ticino. Si trattava del primo stralcio da Magenta a Vigevano, tratta A e tratta C. A ricorrere contro la realizzazione dell'infrastruttura era stato il Parco Lombardo della Valle del Ticino

La decisione ha innescato le prese di posizione del mondo della politica, con Lega e M5S sui due lati della barricata. Secondo il Carroccio si tratta di  "un grave danno alla mobilità" della Lombardia.  "Quarant'anni di sforzi ritardati a forza di ricorsi e di obiezioni pseudo-ambientaliste - ha detto la consigliera lombarda Silvia Scurati -. Se così' fosse, il risultato sarebbe un grave danno alla mobilita' di tutto il territorio". Soddisfazione da parte di Movimento 5 Stelle: "premiati anni di lotta contro un'opera inutile".