Si può spostare la seconda dose
Si può spostare la seconda dose

Milano - Da venerdì 25 giugno in Lombardia, si potrà spostare l'appuntamento per la seconda dose. L'annuncio è arrivato dal consulente per la campagna vaccinale Guido Bertolaso, in occasione di un incontro sulle vaccinazioni anti-Covid in Lombardia. Ma come funzionerà? Innanzitutto va precisato che sarà possiblie chiedere lo spostamento  con un preavviso di sette giorni.  Questo per consentire una efficace organizzazione degli slot per gli appuntamenti. Sebbene la macchina delle vaccinazioni in Lombardia sia già ben rodata, la campagna ha già dovuto fronteggiare alcuni cambi in corsa. Basti pensare alla questione legata ai richiami di AstraZeneca per gli under 60. Dopo il parere del Cts (resa operativa dall'esecutivo) è stato necessario qualche giorno per riorganizzare le seconde dosi (con Pfizer o Moderna). Le somministrazioni, con vaccinazione eterologa, sono riprese ieri. 

Per quanto concerne la possibilità di spostare la data della seconda dose (sempre nel range indicato dal relativo vaccino) Bertolaso ha fatto un invito ai lombardi: "Ci appelliamo al buonsenso dei nostri cittadini affinché questo eventuale spostamento si faccia solo per una ragione importante, solo nei casi necessari, per evitare di ingolfare il sistema e creare problemi nelle agende - ha aggiunto -. Si dovrà fare con un preavviso di sette giorni. Si potrà spostare data, ora e centro vaccinale". Proprio partendo dal presupposto che lo spostamento debba essere legato a motivi rilevanti sarà possibile effettuare un solo cambio di data: "Sarà consentita una sola modifica" ha infatti precisato Bertolaso.