Milano, 15 febbraio 2021 -  Al via, oggi, in Lombardia, le adesioni per la vaccinazione anti-Covid degli over 80. In totale in tutta la regione se ne contano 726 mila. Da giovedì 18 febbraio, invece, partirà la somministrazione delle dosiSi inizierà con vaccini Pfizer e Moderna. Nella fase uno sono stati vaccinati medici, sanitari e residenti nelle Rsa. Il click-day è partito in salita con numerosi utenti in coda e costretti a lunghissime attese: le proteste hanno riempito i social. Mentre, per Regione Lombardia, il primo giorno è andato bene con solo "qualche rallentamento nella generazione da parte del gestore telefonico dell'sms necessario alla validazione del numero di cellulare inserito".

Boom di adesioni e rallentamenti online

Il numero verde, per la sola richiesta di informazioni, è stato attivato già da sabato 13 febbraio e il primo giorno c’è stato un vero e proprio assalto al centralino: più di 28mila chiamate a cui hanno risposto 430 addetti. Ieri fino alle 17, invece, il numero di telefonate è stato nettamente più basso: 5.024. Boom di chiamate oggi, giorno in cui partono le prenotazioni per i vaccini Covid. Il sito internet è stato attivato oggi alle 13 e si sono subito collegate decine di migliaia di persone. Il portale indica nella 'home page' le persone 'in coda' e il tempo di attesa per accedere poi alla registrazione vera e propria. Alle 13.05 erano oltre 41mila gli utenti presenti e il tempo di attesa indicato 'più di un'ora'. 

Alle 14, a un’ora dall’apertura delle adesioni, sono state 5.225 le adesioni effettuate al portale realizzato da Regione Lombardia dove erano in fila 101.100 utenti. Sono invece state 587 le adesioni fatte in farmacia e 39 quelle ai medici di famiglia. Numeri cresciuti velocemente: alle 14.30 erano collegati alla piattaforma regionale 107.200 persone. Le adesioni tramite il portale, e quindi online, ammontano a 6.575, mentre sono 49 quelle effettuate tramite i Medici di medicina generale e 680 quelle compiute attraverso le farmacie. Con qualche rallentamento, legato a problemi nell’invio di sms di risposta. Dopo la prima fase di registrazione, viene infatti inviato il messaggio con un codice di sicurezza che deve essere inserito sul portale per finalizzare l’adesione. Ma non arrivando in tempo l’sms, scade il tempo per concludere la registrazione e bisogna rimettersi in coda. Il problema è rientrato già dal primo pomeriggio. Il sistema, che all'inizio aveva incontrato qualche difficoltà nelle registrazioni, è tornato a regime, spiegano dall'assessorato al Welfare, diminuendo gli utenti in coda. "Nessun problema quindi lato Tim - precisano dall'azienda - che sta gestendo un flusso di circa 600-1000 sms al minuto".

"Alle 15.15, dopo poco più di due ore dall’avvio del servizio sono 12.095 le adesioni raccolte sul portale messo a disposizione da Regione Lombardia - spiegano dal Pirellone -. Di queste 1.488 sono state effettuate tramite le farmacie e 88 dai medici di base. Sono 114.000 gli utenti in coda". "Si ricorda che l’adesione può essere espressa senza fretta anche nei prossimi giorni e che l’ordine di registrazione sulla piattaforma non corrisponderà all’ordine in cui si verrà vaccinati. La priorità sarà data ai cittadini ultracentenari, che in Lombardia solo oltre 4.000, a scalare sarà il turno degli ultra novantenni fino ad arrivare ai nati nel 1941" ricorda Regione Lombardia. Contesta i rallentamenti il consigliere regionale Niccolò Carretta: "Non mi aspettavo altro se non quello che mi stanno segnalando moltissimi cittadini: il portale di Regione Lombardia non funziona e per le migliaia di lombardi in attesa da ore non sarà possibile, per ora, prenotare il vaccino promesso da Fontana - ha commentato -. Aver poi incluso farmacie e medici di base in una procedura complicata e che per di più non funziona, senza un coinvolgimento vero e proprio degli stessi operatori è stata una mossa scorretta nei confronti del lavoro straordinario che farmacisti e medicid i medicina generale stanno facendo da mesi".

Alle 16 circa è stato risolto il problema di invio di sms di conferma che aveva rallentato le adesione sul sito internet. Sono circa centomila gli accessi al portale in contemporanea. Alle 17 - tre ore dopo l'apertura - erano 73mila gli utenti in coda, 55.823 le adesioni dal portale, 2.390 in farmacia e 115 dai medici di base. 

TUTTE LE INFORMAZIONI 

Attivato un Numero Verde

Per ricevere informazioni sull'adesione alla campagna vaccinale over 80 in Lombardia, spiega una nota dell'assessorato regionale al Welfare, da sabato 13 febbraio è possibile chiamare il numero verde per l'emergenza Coronavirus 800.89.45.45, istituito da Regione Lombardia per rispondere alle richieste in merito al contenimento e alla gestione del contagio. 

Prenotazioni medico, farmacia e online

L'amministrazione regionale, intanto, in una nota spiega che "Regione Lombardia, attraverso la raccolta delle adesioni, per le quali ci si può rivolgere al proprio medico di famiglia, alla farmacia di fiducia o direttamente al portale appositamente dedicato (vaccinazionicovid.servizirl.it), potrà gestire al meglio la pianificazione degli appuntamenti e la programmazione delle somministrazioni delle dosi, che avrà avvio da giovedì 18 febbraio". 

I documenti utili

Al momento dell'accesso al portale online, sarà necessario avere con sé la tessera sanitaria per inserire i dati richiesti. "Tenete anche a portata di mano la carta d'identità", spiegano dal centralino. Si dovrà poi dare un numero di telefono attraverso il quale arriveranno le comunicazioni.

Il post prenotazione

Dopo la prenotazione si riceve un sms. Un secondo messaggio arriverà nei giorni successivi, ma non si sa ancora quando, con tutti i dettagli della prenotazione (data, luogo, orario ecc.). Il richiamo avverrà dopo i 21 giorni dalla prima vaccinazione (l'appuntamento per la seconda dose si prende alla prima somministrazione).

Dove ci si vaccina

I vaccini Pfizer saranno somministrati dai centri vaccinali di Ats e Asst; quelli Moderna, più gestibili perché non devono essere conservati a -70 gradi, potranno essere utilizzati per i soggetti che sono allettati e che saranno raggiunti direttamente al domicilio attraverso l'impiego di Usca, medici di famiglia o dell'esercito.

I numeri della campagna vaccinale

In Lombardia sono state somministrate 504.098 dosi di vaccino contro il Covid-19 su 602.080 consegnate, pari al 83,7 per cento del totale. L'ultimo dato è aggiornato nella mattinata di oggi, domenica 14 febbraio, alla vigilia dell'inizio della prenotazione del vaccino per la fascia delle persone over 80. Ieri erano state somministrate 496.275 dosi di vaccino contro il Covid-19 su 602.080 consegnate, pari al 82,4 per cento del totale. I dati relativi alla campagna vaccinale sono consultabili nell'apposita sezione del sito del Commissario straordinario per l'emergenza Covid-19, presente sul sito del governo.