Dagli auguri alle false email di consegna: le 5 cybertruffe più diffuse a Natale

Nel periodo natalizio i truffatori sfruttano ordini e messaggi di auguri per rubare dati sensibili e informazioni personali. Quali sono i tranelli più comuni e come evitarli

Le 5 cybertruffe più comuni sotto Natale
Le 5 cybertruffe più comuni sotto Natale

Nell'epoca in cui corrieri e furgoni hanno soppiantato elfi e la slitta di Babbo Natale, i cybercriminali hanno vestito gli abiti del Grinch, il famoso pupazzo verde interpretato da Jim Carry che odia il Natale), per rovinare le feste. La spensieratezza natalizia può portare infatti ad abbassare la soglia di attenzione contro potenziali truffe sul web: dalla posta elettronica per auguri e notifiche dei pacchi in arrivo fino allo shopping online, il Natale offre l'occasione ideale per truffatori e cybercriminali di colpire attraverso attacchi di phishing su larga scala

Secondo Wallife, startup assicurativa, sono 5 le truffe informatiche natalizie più pericolose e diffuse che sarebbe utile imparare a riconoscere:

Le false email di consegna

Uno degli attacchi di phishing più diffusi durante la stagione natalizia è rappresentato dalle false e-mail di consegna. Le vittime ricevono un messaggio contraffatto riguardante la mancata consegna di un pacco, invitandole urgentemente a cliccare su un link per selezionare un nuovo orario. Tuttavia, il link le indirizza verso un sito web dannoso che infetta i loro dispositivi con malware.

Le eCard di Natale

Un modo nuovo e sempre più diffuso per scambiare gli auguri, ma purtroppo, rappresentano anche un mezzo utilizzato dai cybercriminali. Attraverso link malevoli, questi truffatori diffondono spyware o virus Trojan, inducendo le persone a visualizzare la card.

Sconti e offerte online

Durante il periodo natalizio, per fare o farsi un regalo, è sempre una buona idea tenere sott'occhio offerte e promozioni per assicurarsi qualche affare sotto l'albero. Questa caccia allo sconto però viene sfruttata anche dai cybercriminali. I truffatori infatti creano finte pagine URL che imitano marchi noti per ottenere informazioni personali degli utenti.

Gift Card e contest natalizi

Condivisi tramite email o WhatsApp, spesso provenienti da amici o parenti. Questi sondaggi promettono Gift Card o buoni regalo, ma in realtà sono un modo astuto per raccogliere dati personali o finanziari, commettere furti d`identità o vendere informazioni nel Dark Web.

Phishing per beneficenza

I cybercriminali si mostrano particolarmente subdoli nello sfruttare la generosità delle persone durante le festività. Fingendosi enti di beneficenza affidabili, cercano di estrarre informazioni e denaro, commettendo furti di identità digitale.