Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
10 mar 2021
10 mar 2021

Reazioni avverse al vaccino anti Covid: nel 93% sintomi blandi

Lo ha rilevato l'Aifa nel Rapporto di farmacovigilanza sui vaccini Covid-19

10 mar 2021
Ospedale Militare di Baggio, Vaccinazioni a ultra ottantenni,  il corpo medico del esercito esegue vaccinazioni su popolazione anziana,  1 Marzo,  2021,  ANSA/Andrea Fasani
Vaccinazioni
Ospedale Militare di Baggio, Vaccinazioni a ultra ottantenni,  il corpo medico del esercito esegue vaccinazioni su popolazione anziana,  1 Marzo,  2021,  ANSA/Andrea Fasani
Vaccinazioni

Le segnalazioni di eventi avversi in Italia legati ai vaccini contro il Covid sono in linea con quanto atteso: sono di più rispetto ad esempio al vaccino contro l'influenza, ma in oltre il 93% dei casi si tratta di reazioni blande, ed è comunque un dato "coerente con i risultati degli studi clinici e indicativo della speciale attenzione dedicata a questa vaccinazione".

Inoltre non c'è differenza tra prima e seconda dose. Lo rileva l'Agenzia Italiana del Farmaco, che ha pubblicato il secondo Rapporto di farmacovigilanza sui vaccini Covid-19, riguardante i dati registrati nella Rete Nazionale di Farmacovigilanza (RNF) fino al 26 febbraio. Le segnalazioni riguardano soprattutto il vaccino Pfizer/BioNTech Comirnaty (96%), che è stato il più utilizzato e solo in minor misura il vaccino Moderna (1%) e il vaccino AstraZeneca (3%). Complessivamente al 26 febbraio sono state valutate 30.015 segnalazioni su un totale di 4.118.277 dosi somministrate per tutti i vaccini, con un tasso di segnalazione di 729 ogni 100.000 dosi. L'eta' media e' di 46 anni, coerente con l'età media dei vaccinati, in gran parte operatori sanitari.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?