Il Palazzo di giustizia di Milano
Il Palazzo di giustizia di Milano

Milano, 15 novembre 2019 - Doppio intervento della Procura di Milano sulla vicenda ArcelorMittal-ex Ilva. Da un lato, la Procura decide di entrare nella causa civile che vede contrapposte la società franco-indiana e l'azienda italiana in amministrazione straordinaria. Dall'altro, apre un'inchiesta per accertare eventuali ipotesi di reato. 

"La Procura di Milano - questo il testo della nota firmata dal procuratore Francesco Greco - ravvisando un interesse pubblico relativo alla difesa dei livelli occupazionali, alle  necessità economico-produttive del paese, agli obblighi del processo di risanamento, ha deciso di esercitare il diritto-dovere di intervento, previsto dall'articolo 70 c.pc., nella causa di rescissione del contratto di affitto dell'azienda, promossa dalla società ArcelorMittal contro l'Amministrazione straordinaria di Ilva".

I pm Maurizio Romanelli, Stefano Civardi e Mauro Clerici (gli ultimi due si erano occupati dell'inchiesta sulla bancarotta di Ilva) studieranno le "modalità d'intervento". Inoltre, Greco informa di avere delegato il nucleo economico della Guardia di finanza a svolgere "accertamenti preliminari" nell'ambito dell'inchiesta aperta a modello 45 (senza ipotesi di reato, né indagati) per accertare "l'eventuale sussistenza di reati". Il fascicolo è affidato sempre a Romanelli, Clerici e Civardi.