Il  giorno dopo le annunciate e graduali aperture da lunedì 26 aprile piovono dichiarazione di assenso ma anche critiche. Andrea 
Crisanti, direttore di Microbiologia e virologia dell'università di Padova , boccia la scelta di Draghi: "l'espressione rischio ragionato è vuota e decisamente politica e non scientifica". Sul fronte dei vaccini ieri è stata una giornata record con 347.279 dosi somministrate.

Il bollettino di oggi segnala un miglioramento in quasi tutti gli indici: i nuovi casi sono stati 15.370 a fronte dei 15.943 di ieri; in aumento i tamponi (331.734 oggi contro i 327.704 di ieri) per cui il tasso di positività scende al 4,63%. In discesa anche il numero dei morti, sono 310 rispetto ai 429 registrati ieri,. In diminuzione la pressione sulle strutture ospedaliere: in terapia intensiva ci sono 3.340 pazienti (26 in meno rispetto a ieri, mentre sono 163 gli ingressi del giorno, contro i 199 di ieri), i ricoverati con sintomi sono 24.100 (643 in meno rispetto a ieri).

 

 

I contagi in Italia / PDF

 

Sono 15.370 i nuovi casi di Coronavirus in Italia (ieri 15.943) a fronte di 331.734 tamponi effettuati su un totale di 54.864.328 da inizio emergenza. E' quanto si legge nel bollettino del Ministero della Salute - Istituto Superiore di Sanità di oggi. Nelle ultime 24 ore sono stati 310 i decessi, che portano il totale di vittime da inizio pandemia a 116.676. Con quelli di oggi diventano 3.857.443 i casi totali di Covid in Italia. Attualmente i positivi sono 505.308 (-1.430), 477.868 le persone in isolamento domiciliare. I ricoverati in ospedale con sintomi sono 24.100 di cui 3.340 in Terapia intensiva. I dimessi/guariti sono 3.235.459 con un incremento di 16.484 unità nelle ultime 24 ore. La regione con il maggior numero di nuovi casi nelle ultime 24 ore è la Lombardia (2.546), seguita da Campania (2.232), Puglia (1.525), Lazio (1.378) e Sicilia (1.301).

 

La Lombardia

 

Con 50.170 tamponi effettuati, sono 2.546 i nuovi positivi in Lombardia con il tasso di positività stabile al 5% (ieri 5.1%). Continua il calo sia dei ricoveri in terapia intensiva (-5, 723) sia soprattutto negli altri reparti (-230, 4.901). I decessi sono 74 per un totale complessivo di 32.220 morti in regione dall'inizio della pandemia. Per quanto riguarda le province, sono 696 i nuovi casi nella città metropolitana di Milano, 410 a Varese, 282 a Brescia, 233 a Como, 222 a Monza e Brianza, 182 a Bergamo, 147 a Mantova, 99 a Pavia, 69 a Lecco, 63 a Cremona, 44 a Lodi e 29 a Sondrio

Le regioni

Abruzzo

Sono 180 nuovi i positivi di età compresa tra 4 mesi e 96 anni. Sono stati eseguiti 4858 tamponi molecolari e 1539 test antigenici.  I deceduti  sono 14, di cui 6 risalenti ai giorni scorsi. Sono 56.926 invece i guariti (+189), 9871 attualmente positivi (-25). 515 ricoverati in area medica (-10), 54 ricoverati in terapia intensiva (-3), 9302 in isolamento domiciliare (-12).

Alto Adige

Un'altra giornata senza decessi. I nuovi casi sono invece 98. Sono risultati positivi 60 su appena 1.258 tamponi pcr e 38 su 8.322 test antigenici eseguiti ieri. Risale leggermente da 132 a 134 il numero dei ricoveri: stabile quello nei normali reparti ospedalieri (63) e quelli in terapia intensiva (17), mentre sale da 52 a 54 il numero dei pazienti in cliniche private. Dati in aggiornamento  

Basilicata

Un nuovo decesso si segnala nelle ultime 24 ore e altri 219 nuovi casi positivi a fronte di 1.709 tamponi molecolari processati. Registrate anche 116 guarigioni. In calo il numero delle persone ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane, attualmente 180, di cui 14 in terapia intensiva. 

 
Calabria

Sono 472 in più, rispetto a ieri, le persone risultate positive  su 3.984 tamponi eseguiti. In Calabria finora sono stati sottoposti a test 676.066 soggetti per un totale di 723.359 tamponi eseguiti. Le persone risultate positive al  coronavirus sono 54.489, quelle negative 621.577. Lo rende noto la Regione nel bollettino quotidiano dei dati relativi al Covid: dall'inizio dell'emergenza i decessi sono 932 (+6 rispetto a ieri), i ricoveri sono 503 (-16 rispetto a ieri), dei quali 50 in terapia intensiva, i guariti sono 39.865 (+537 rispetto a ieri).   

Campania

Registrati 2.232 positivi al Coronavirus, 1.937 guariti e 12 decessi, di cui 9 nelle ultime 48 ore e 3 avvenuti in precedenza ma registrati ieri. Gli asintomatici sono 1.471 e i sintomatici 761, riferiti ai soli positivi al tampone molecolare. I tamponi processati ieri sono 22.075, dei quali 7.605 antigenici.  Il report posti letto su base regionale riporta 656 posti letto di terapia intensiva disponibili, di cui 145 occupati mentre i posti letto di degenza disponibili, tra posti letto Covid e offerta privata 3.160, di cui 1.532 occupati.

Emilia Romagna

Sono  1.076 i casi di positività in più rispetto a ieri, su un totale di 30.416 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 3,5%. Si registrano 30 nuovi decessi: in totale, dall`inizio dell`epidemia i decessi in regione sono stati 12.587.  Dei nuovi contagiati, 489 sono asintomatici individuati nell`ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 404 erano già in isolamento al momento dell`esecuzione del tampone, 621 sono stati individuati all`interno di focolai già noti. L`età media dei nuovi positivi di oggi è 39,4 anni.  Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 15.975 tamponi molecolari, per un totale di 4.223.152. A questi si aggiungono anche 14.441 tamponi rapidi.  Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 1.471 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 280.953.  I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 299 (-14 rispetto a ieri), 2.292 quelli negli altri reparti Covid (-73). 


Friuli Venezia Giulia

Su tamponi molecolari sono stati rilevati 126 nuovi contagi con una percentuale di positività del 2,35%. Sono inoltre 4.369 i test rapidi antigenici realizzati (il numero è in corso di verifica), dai quali sono stati rilevati 29 casi (0,66%). I decessi registrati sono 9; i ricoveri nelle terapie intensive scendono a 57 così come quelli in altri reparti che risultano essere 396.  I decessi complessivamente ammontano a 3.588, con la seguente suddivisione territoriale: 760 a Trieste, 1.910 a Udine, 653 a Pordenone e 265 a Gorizia. I totalmente guariti sono 84.622, i clinicamente guariti 4.960, mentre quelli in isolamento scendono a 9.279. 

Lazio

Oggi su oltre 15 mila tamponi nel Lazio (-1.986) e oltre 18 mila antigenici per un totale di oltre 33 mila test, si registrano 1.378 casi positivi (-96), 25 i decessi (-14) e +1.538 i guariti. Diminuiscono i casi, i decessi e i ricoveri, mentre aumentano le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 8%, ma considerando anche gli antigenici la percentuale e' al 4%. I casi a Roma città' sono a quota 700.

Liguria

  

Sono 321 i nuovi positivi su un totale di 4.576 tamponi molecolari effettuati nelle ultime 24 ore, ai quali si aggiungono altri 2.645 tamponi antigenici rapidi.  Cala il numero degli ospedalizzati, in totale 657 (21 meno di ieri) con 78 pazienti in terapia intensiva (-5 rispetto a ieri). I vaccini somministrati sono l'88%, cioe' 462.472 dosi su 523.160 consegnate. Nelle ultime ventiquattro ore sono stati registrati 14 decessi: il bilancio delle vittime sale a 4.067 da inizio emergenza. In isolamento domiciliare 6.312 persone (-9). In sorveglianza attiva 6.326 soggetti.Dati in aggiornamento  

Marche

  

Nelle ultime 24 ore341 nuovi casi, il 13,7% rispetto ai 2.484 tamponi, molecolari e antigenici,i. Il rapporto positivi-test effettuati è in crescita: il giorno precedente era stato del 12%, con 326 nuovi casi su 2.719 tamponi. Il totale dei positivi individuati dall'inizio della crisi pandemica eèsalito così a 94.223. 

 

Piemonte

Sono 25 i decessi di persone positive al test del  Covid-19 , di cui 2 verificatisi oggi (si ricorda che il dato di aggiornamento cumulativo comunicato giornalmente comprende anche decessi avvenuti nei giorni precedenti e solo successivamente accertati come decessi 
Covid). Il totale è ora di 10.924 deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi per provincia.


Puglia

  L'11,4% dei 12.935 test processati in  Puglia per accertare l'infezione da coronavirus ha dato esito positivo. Si tratta di 1.525 nuovi casi di contagio di cui più di un terzo accertato in provincia di Bari dove si contano 566 malati di covid in più rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono 51.515 di cui 2.191 ospedalizzati. I decessi sono stati 11: tre in ognuna delle province di Taranto e Bari, quattro equamente distribuiti tra Foggia e Brindisi e uno nella Bat. Dall'inizio dell'emergenza a oggi sono guarite 162.017 sono i pazienti guariti: 1.593 in più rispetto a ieri.Dati in aggiornamento  

Toscana

I nuovi casi di Coronavirus sono 1.150 su 26.865 test di cui 15.612 tamponi molecolari e 11.253 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 4,28% (13,1% sulle prime diagnosi). In calo i nuovi contagi rispetto a ieri (erano 1.239), a fronte di un maggior numero di test (erano 24.749), e anche il tasso dei positivi (5,01%). Venti i nuovi decessi

Trentino

Il bollettino dell'Azienda per i servizi sanitari della Provincia di Trento oggi conta un decesso e poco meno di una novantina di nuovi contagi. Nel frattempo arrivano a 40.229 le guarigioni con i nuovi 159 casi di oggi, mentre le vaccinazioni superano le 135.000. Sono stati effettuati 1.760 tamponi molecolari che hanno rilevato 47 nuovi casi positivi e confermato 20 positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi. Quanto a questi ultimi, ieri ne sono stati notificati 879 dai quali sono emersi 41 positivi. 

Sardegna 

Calano leggermente i casi di positività. Nell'ultimo aggiornamento dell'Unità di crisi regionale sono stati rilevati 320 nuovi casi. In totale sono stati eseguiti 1.122.148 tamponi, per un incremento complessivo di 4.413 test rispetto al dato precedente, con un tasso di positività che si attesta sul 7,2%. Si registrano sei nuovi decessi (1.313 in tutto). Sono invece 364 (+5) persone attualmente ricoverate in ospedale in reparti non intensivi, mentre sono 55 (-2) i pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 17.425 e i guariti sono complessivamente 32.028 (+211) mentre le persone dichiarate guarite clinicamente nell'Isola sono attualmente 7. Dati in aggiornamento  

Sicilia

Sono 1.301 i nuovi casi di Coronavirus a fronte di 28.927 tamponi effettuati. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 24 decessi, che portano il totale delle vittime, sull'isola, a 5.152 Il numero degli attualmente positivi in  Sicilia è di 25.477 (+602) mentre le persone ricoverate con sintomi sono 1.216, di cui 189 in Terapia intensiva. In isolamento domiciliare ci sono 24.072 pazienti. I guariti/dimessi dall'inizio dell'emergenza ad oggi sono 164.015 (+675).

Umbria

Scendono ancora di più di 20 unità i ricoverati: sono 22 in meno rispetto a ieri secondo i dati della Regione aggiornati al 17 aprile. In tutto, i posti occupati negli ospedali dai malati Covid sono 270, di cui 33 (uno in meno) in terapia intensiva. I nuovi contagi accertati nelle ultime 24 ore sono 114. I guariti 224, i morti quattro. Scendono ancora gli attualmente positivi, da 3.575 a 3.461. I tamponi analizzati sono 3.060 e 5.221 i test antigenici. Il tasso di positività complessivo è pari a 1,37 per cento (ieri 2,1) e del 3,7 rispetto ai soli molecolari (ieri 5,3)

Valle d'Aosta

 

Sono 38 i nuovi casi positivi al Covid registrati  nelle ultime 24 ore. Il totale dei casi attuali, in calo, è pari ora a 1019, di questi 61 ricoverati in ospedale e 12 in terapia intesiva. Il bollettino della regione segnala, inoltre, 2 nuovi decessi, per un totale di 439 vittime in Val d'Aosta dall'inizio della pandemia. 

Veneto

Nelle ultime 24 ore i positivi al tampone sono stati 940; si contano inoltre 24 decessi.  Cala il numero dei ricoveri dei malati Covid nei normali reparti medici, oggi 1.520 (-89), mentre è stabile l'occupazione dei posti letto nelle terapie intensive, 261. I soggetti attualmente positivi in regione sono 26.643 (-1.689). 
 
 


Il virus nel mondo 

Nel mondo sono stati superati i tre milioni di morti per  Covid. E' il bilancio della Johns Hopkins University. La soglia è stata superata alle 10.30 ora italiana. La media globale dei decessi giornalieri la scorsa settimana si è attestata sul 12.000. Gli Usa sono il Paese con piu' vittime (566.224) seguiti dal Brasile (368.749) e dal Messico con 211.693. In Corea del Sud, uno dei paesi che più ha contenuto la pandemia, si registra un'impennata di casi di coronavirus che fa temere l'avvio di una quarta ondata. Per il terzo giorno consecutivo i contagi sono stati più di 600, nella stragrande maggioranza dei casi si tratta di trasmissione locale: 658 nelle ultime 24 ore, 673 venerdì, 698 giovedì' e 731 mercoledì' scorso, il dato più alto dal 7 gennaio. 

 Il punto sui vaccini

 

Ieri sono state somministrate in Italia 347.279 dosi di vaccino, secondo il Commissariato all'emergenza. Si tratta del nuovo record per un singolo giorno.Sono oltre 400.000 le dosi di vaccino Moderna di previsto arrivo nella serata di oggi all`hub nazionale vaccini della Difesa, situato all`interno dell`aeroporto militare di Pratica di Mare. Il lotto verrà distribuito alle Regioni a partire da domani. Ma i vaccini sono anche un enorme affare: i titoli delle case farmaceutiche che li stanno producendo  continuano a oscillare con l'altalena delle notizie sui relativi prodotti, ma Moderna e Pfizer volano in capitalizzazione. Entrambe, come evidenzia Bloomberg, hanno visto venerdì un picco in positivo con la notizia del vaccino di Johnson & Johnson bloccato negli Usa e l'Europa che sta valutandone gli effetti collaterali prima di decidere. Le quotazioni sono in salita per tutti, così come la capitalizzazione, ma con una spinta che le novità hanno reso più contenuta per Johnson & Johnson.


Scopri quando potrai vaccinarti 
 


Contagiati in servizio, due carabinieri morti

 

Uno era comandante della stazione di Guarcino (Frosinone, l'altro il suo più valido subalterno. Sono morti a distanza di poche settimane l'uno dall'altro, stroncati a poco meno di sessanta anni, dalla violenza del Covid contratto mentre erano in servizio. Il maresciallo maggiore Massimo Paris, è stato anche comandante della a Stazione Carabinieri di Peschiera Borromeo in provincia di Milano,  e l'appuntato Roberto Ceci, insieme ad altri 12 militari e due vigili urbani, nel week end di fine febbraio che avrebbe preceduto il lockdown nazionale, hanno cercato di bloccare le oltre tremila persone che, in poche ore invasero le postazioni sciistiche di Campo Staffi, nel nord della Ciociaria. Gli impianti seppur chiusi, complici le giornate di sole, divennero un brulicare di persone. Centinaia di auto in coda lungo i tornanti e altrettante centinaia di persone in sosta davanti bar e ristoranti. I carabinieri, la polizia locale e la protezione civile di Guarcino insieme al sindaco del piccolissimo paese, Urbano Restante, iniziarono una lotta impari contro la scelleratezza e l'incivilta'. Quei due giorni sono stati pagati a caro prezzo: due le morti e una caserma chiusa per settimane mentre i dati dei contagi registrati dalla ASL sono schizzati a cifre da panico: 350/400 positivi al giorno e una scia di decessi senza fine. Per ritornare alla quasi normalità' sono stati necessari due mesi di chiusura quasi totale dell'intesa provincia.

Ritorno a scuola

Da lunedì 19 saranno 6 milioni e 850 mila gli alunni presenti a scuola sugli 8,5 milioni delle scuole statali e paritarie. 291 mila in più di questa settimana, tutti della Campania che è uscita dalla zona rossa. Restano in zona rossa Puglia, Sardegna e Val d'Aosta con 390 mila alunni in DAD. In tutto saranno quasi un milione e 657mila quelli ancora a casa in Dad la prossima settimana, secondo i calcoli di Tuttoscuola.