Non arrivano buone notizie sul fronte dei contagi, nè erano attese del resto: oggi in Italia 24.036 casi in piu rispetto a ieri. Sono stati superati i 3 milioni di casi di coronavirus accertati da inizio epidemia, oltre un anno fa. Così attestano i dati del ministero della Salute.  Sono 297 le vittime nelle ultime 24 ore, a fronte delle 339 di ieri. Dall'inizio dell'emergenza morte 99.271 persone. Sono 378.463 i tamponi molecolari e antigenici effettuati: un numero altissimo. Ieri erano stati 339.635. Il tasso di positività è del 6,3%, in calo di 0.4 rispetto al 6,7% di ieri.  La Lombardia si conferma la regione con il maggior numero di casi (5.210), seguita da Emilia- Romagna (3.246) e Campania (2.842).

Il bollettino nazionale/Pdf

 

Indice Rt

Il primo dato comunicato oggi è stato quello relativo all'indice di contagiosità, l'ormai famoso indice Rt, marker importante se non decisivo nell'attribuzione dei colori alle Regioni, con conseguenti misure restrittive. Se la scorsa settimana si era fermato poco sotto l'1, cioè a 0,99, ora la prima soglia critica è stata superata: siamo a 1.06 a livello medio nazionale con punte superiori in varie aree. Il range oscilla tra 0,98 e 1,20. Per la prima volta in sette settimane il valore, riferito al periodo 10-23 febbraio, si attesta sopra 1. Il daro risulta dal monitoraggio settimanale della Cabina di regia Istituto superiore di sanità (Iss)-ministero della Salute. 

Focus

Dieci regioni e province autonome hanno un Rt puntuale maggiore di 1". Sono Basilicata, Emilia Romagna, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Trento, Toscana, Valle d'Aosta e Veneto. Il quadro emerge dalla bozza del report Iss-ministero Salute con il monitoraggio dell'epidemia di Covid in Italia nella settimana 22-28 febbraio con aggiornamento al 3 marzo.  Di queste 10 regioni, "il Molise ha un Rt con il limite inferiore superiore a 1.25, compatibile con uno scenario di tipo 3. Delle altre nove, sei hanno un Rt nel limite inferiore compatibile con uno scenario di tipo 2. Le altre Regioni/province autonome hanno un Rt compatibile con uno scenario di tipo uno". Dallo stesso studio emerge il forte aumento nel numero di nuovi casi non associati a catene di trasmissione: 41.833 contro i 31.378 della settimana precedente. Scende la percentuale dei casi rilevati attraverso il tracciamento dei contatti (28,8% rispetto al 29,4%). Cala anche, la percentuale di casi rilevati attraverso la comparsa dei sintomi (35,2% vs 36,1% la settimana precedente). 

Nel dettaglio:  Abruzzo 0.96 Basilicata 1.16 Calabria 0.81 Campania 0.96 E-R 1.13 FVG 0.92 Lazio 0.98 Liguria 0.96 Lombardia 1.13 Marche 1.08 Molise 1.66 Piemonte 1.15 PA Bolzano 0.75 PA Trento 1.1 Puglia 0.93 Sardegna 0.67 Sicilia 0.79 Toscana 1.18  Umbria 0.79 Valle d'Aosta 1.21 Veneto 1.08.

Coma si calcola l'indice Rt

Lombardia sotto la lente

Occhi puntati sulla regione più colpita dal virus e dalla variante inglese da oggi in zona arancione scuro: scuole chiuse e aperti gli esercizi commerciali. Oggi 5.210 nuovi casi su 57.154 tamponi effettuati con il tasso di positività in leggero calo al 9.1% (ieri 9.6%). Aumentano sia i ricoverati in terapia intensiva (+11, 543) che negli altri reparti (+69, 4.804). I decessi sono 61 per un totale complessivo di 28.638 morti in regione dall'inizio della pandemia. Milano è la provincia più colpita con 1.593 nuovi positivi di cui 655 a Milano città, seguita da Brescia (1.122), Monza e Brianza (470), Bergamo (370), Varese (336), Como (332), Cremona (207), Mantova (188), Lecco e Lodi (67) e Sondrio (54)

I numeri in regione

Ieri i dati erano i seguenti: a  fronte di 53.563 tamponi effettuati, sono 5.174 i nuovi positivi al coronavirus. I decessi sono 59 in piu' di ieri, che portano il totale complessivi da inizio pandemia 28.577. Aumentano di 26 i ricoverati in terapia intensiva (totale regionale 532) e di 190 quelli ricoverati nei reparti Covid (totale 4.735). Continua il trend positivi dei guariti/dimessi che sono 2.057 nelle ultime 24 ore (per un totale complessivo di 517.771, di cui 4.146 dimessi e 513.625 guariti). La Provincia di Milano registra 1.200 casi di coronavirus di cui 421 a Milano citta', e supera, seppur di poco, quella di Brescia, che ne presenta 1.114. I casi nelle altre province lombarde sono a Monza e Brianza: 475; Como: 403; Varese: 378. Bergamo: 372; Pavia: 313; Mantova: 291; Lecco: 180; Cremona: 170; Lodi: 80; Sondrio: 72.

Ricoveri

Ospedali sempre più sotto stress. Il tasso di occupazione in terapia intensiva a livello nazionale è complessivamente in aumento (26% contro il 24% della scorsa settimana). Il numero di persone ricoverate in terapia intensiva è in risalita da 2.146 della settimana scorsa a 2.327 (il dato è riferito al 2 marzo). Aumenta anche il numero di persone ricoverate in aree mediche, passando da 18.295 (23/02/2021) a 19.570 (02/03/2021). È quanto compare nel monitoraggio settimane dell'epidemia di Covis dell'Iss e del Ministero della Salute.

Gli ultimi dati dagli ospedali: sono 2.525 i pazienti in terapia intensiva, 50 in più rispetto a ieri nel saldo quotidiano tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri in rianimazione, secondo i dati del ministero della Salute, sono 222 (ieri erano 232). Nei reparti ordinari ci sono invece 20.374 persone, in aumento di 217 unità rispetto a ieri

Il trend dei ricoveri

Varianti e mascherine chirurgiche

Con la variante inglese diventata dominante e lo spettro dell'aumento di casi di sudafricana e brasiliana, senza contare le mutazioni non esattemente identificate come a Viggiù. nel Varesotto, medici e scienzati affrontano il nodo dell'elevata trasmissibilità e dei rimedi necessari ancorchè piu rigidi. In questo senso l'ipotesi di rendere obbligatorie le mascherine Ffp2 è sul tavolo. Così si esprime il virologo Fabrizio Pregliasco: "Con mutanti come quello inglese, la durata del periodo di contagiosità, che per il virus originale si attestava sui 10 giorni, qui è di 14 giorni".  Ancora, "la carica virale superiore rende la nuvola delle goccioline" veicolo di infezione "più pervasiva nello spazio". Fare attenzione a mantenere le opportune distanze, anche maggiori al metro e mezzo, diventa dunque fondamentale. Relativamente alle mascherine, "le Ffp2, se di buona qualità, ovviamente hanno una maggiore protezione. Diventano tuttavia un impegno economico". "Usiamo quindi le chirurgiche come base, ma utilizzandole bene e sostituendole quando è necessario", ha raccomandato. Pregliasco.  Ma con varianti come quella Gb, se si frequenta una persona Covid-positiva bastano meno minuti per infettarsi? "Non ci sono ancora gli elementi scientifici per esprimersi su questo, ma sicuramente la maggior carica virale è un elemento che riduce gli spazi e i tempi del contagio".

Vaccinazioni

Sul fronte vaccinale, questi gli ultimi dati accertati: ieri sono state eseguite 160.053 somministrazioni con il superamento del milione di vaccinazioni per le persone over 80. Lo fa sapre il ministero della Salute, dopo l'incontro tra il ministro Roberto Speranza, il Commissario straordinario all'emergenza Covid-19, Generale Francesco Figliuolo, il Capo dipartimento della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, e i vertici di Istituto superiore di sanita', Consiglio superiore di sanita', Aifa e Agenas. A tavolo, affrontata anche la circolare diramata ieri dal ministero della Salute, che prevede una dose unica per i soggetti che hanno avuto un'infezione da SARS-CoV-2. 

Vaccinazioni per fasce di età

Le altre regioni

Veneto

Un altro balzo di 1.500 nuovi contagi (esattamente 1.505) nel report sul Covid in Veneto che passa in arancione. Il bollettino della Regione segnala anche 25 decessi nelle ultime 24 ore. In due giorni la regione ha registrato quasi 3.000 positivi in più. Il totale degli infetti dall'inizio dell'epidemia sale a 339.742, quello dei morti a 9.936. Negli ospedali sono ricoverati nei reparti ordinari 1.206 malati (+4), mentre nelle terapie intensive sono 153 (-3) i letti occupati da pazienti Covid. Incidenza al 3,44%.

Emilia Romagna

Preoccupa la situazione nell'Emilia Romagna zona rossa, con un boom di ricoveri negli ultimi giorni. Nelle ultime 24 ore, inoltre, sono stati effettuati 23.187 tamponi molecolari, per un totale di 3.500.836. A questi si aggiungono anche 916 test sierologici e 19.512 tamponi rapidi. Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 989 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 212.341.  I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 50.314: +2.211 rispetto a ieri. Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 47.385 (+2.136), il 94,17% del totale dei casi attivi.  Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 9 a Piacenza (invariato rispetto a ieri), 17 a Parma(+2), 22 a Reggio Emilia (invariato), 55 a Modena (+4), 77 a Bologna (+5), 21 a Imola (-3), 25 a Ferrara (invariato), 9 a Ravenna (+1), 6 a Forlì (invariato), 7 a Cesena (invariato) e 18 a Rimini (-2).

Friuli Venezia Giulia

Nel Friuli che diventa arancione su 6.896 tamponi molecolari sono stati rilevati 575 nuovi contagi con una percentuale di positivita' del 8,34%. Sono inoltre 3.234 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 248 casi (7,67%). I decessi registrati sono 12; i ricoveri nelle terapie intensive sono 64, mentre quelli in altri reparti risultano essere 396. Lo rende noto il vicegovernatore con delega alla Salute del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi. I decessi complessivamente ammontano a 2.888, con la seguente suddivisione territoriale: 646 a Trieste, 1.451 a Udine, 598 a Pordenone e 193 a Gorizia. I totalmente guariti sono 63.200, i clinicamente guariti 2.141, mentre le persone in isolamento oggi risultano essere 10.933. Dall'inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 79.622 persone con la seguente suddivisione territoriale: 15.083 a Trieste, 37.069 a Udine, 17.109 a Pordenone, 9.448 a Gorizia e 913 da fuori regione.

Alto Adige

Nelle ultime 24 ore in Alto Adige si sono registrati 4 decessi e 230 nuovi casi covid. Sono stati infatti analizzati 1.713 tamponi pcr e 15.016 tamponi antigenici, rilevando nel primo caso 161 e nel secondo 69 positivi. Nei normali reparti ospedalieri sono ricoverati 194 pazienti, 161 nelle cliniche private e 44 in terapia intensiva, di cui 3 in Austria. Cala invece a 7486 il numero degli altoatesini in quarantena. La curva dei contagi è in discesa grazie al rigido lockdown che durerà fino a metà mese.

Trentino

In Trentino sono 229 i nuovi casi di Covid-19 emersi nella giornata di ieri su 3.823 tamponi molecolari ed antigenici processati. I decessi collegati al coronavirus avvenuti nella giornata di ieri sono 2 per un totale di 828 nella seconda ondata e 1.278 complessivi da inizio pandemia. La situazione negli ospedali trentini continua ad essere monitorata. Pur in lieve flessione, i numeri rimangono impegnativi con 226 pazienti ricoverati dei quali 46 si trovano ancora in rianimazione.

Piemonte

Oggi l'Unita' di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 2.283 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 (di cui 317 dopo test antigenico), pari al 6,0% dei 37.508 tamponi eseguiti, di cui 22.809 antigenici. Dei 2.283 nuovi casi, gli asintomatici sono 850 (39,2%). I casi sono cosi' ripartiti: 512 screening, 1.122 contatti di caso, 649 con indagine in corso; per ambito: 35 rsa/strutture socio-assistenziali, 213 scolastico, 2.035 popolazione generale.

Liguria 

Nella regione che mantiene il giallo si registrano 338 nuovi casi covid, dopo 4.143 tamponi molecolari e 2.676 test antigenici rapidi, con una incidenza di positivi del 4,9% (ieri 5,7%, mentre è del 6,3% il tasso di positività nazionale). Si riducono sensibilmente gli ospedalizzati, con 573 persone ricoverate complessivamente (-17), 56 delle quali in terapia intensiva (ieri erano 55, ma sono 6 i nuovi ingressi del giorno). La pandemia causa altre 8 vittime.  

Valle d'Aosta

Sono 15 i nuovi casi di positivita' al Covid segnalati, oggi, dal bollettino della Valle d'Aosta. I casi positivi attuali sono 171, di questi 10 ricoverati in ospedale e 2 in terapia intensiva. Stabile a 416 il numero dei decessi.

Toscana

In Toscana sono 161.803 i casi di positivita' al Coronavirus, 1.231 in piu' rispetto a ieri (1.200 confermati con tampone molecolare e 31 da test rapido antigenico). I nuovi casi sono lo 0,8% in piu' rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,6% e raggiungono quota 136.890 (84,6% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 15.165 tamponi molecolari e 10.176 tamponi antigenici rapidi, di questi il 4,9% e' risultato positivo. Sono invece 12.811 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 9,6% e' risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 20.152, +2,3% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.236 (34 in piu' rispetto a ieri), di cui 183 in terapia intensiva (10 in piu'). Oggi si registrano 11 nuovi decessi: 6 uomini e 5 donne con un'eta' media di 80,8 anni.

Marche

Con 1.027 nuovi casi, e' record di contagi nelle Marche. Il servizio Sanita' della Regione comunica infatti che nelle ultime 24 ore sono stati testati 7.062 tamponi: 4.678 nel percorso nuove diagnosi (3.084 tamponi molecolari e 1.594 nello screening con percorso antigenico) e 2.384 nel percorso guariti. I positivi nel percorso nuove diagnosi sono appunto 1.027: 257 in provincia di Macerata dove i positivi da inizio emergenza salgono a 14.729, 346 ad Ancona (23.281), 228 a Pesaro Urbino (15.559), 74 a Fermo (7.659), 93 ad Ascoli Piceno (7.556) e 29 da fuori regione (2.639). Questi casi comprendono 101 soggetti sintomatici, 248 contatti in setting domestico, 381 contatti stretti di casi positivi, 11 contatti in setting lavorativo, tre contatti in ambienti di vita/socialita', due contatti in setting assistenziale, 33 contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione, tre screening percorso sanitario e 1 caso proveniente da fuori regione mentre per altri 244 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche. Su 1.594 test effettuati nel percorso antigenico sono stati riscontrati 67 casi positivi con un rapporto positivi-testati pari al 4,2% (ieri era al 3,9%) mentre il rapporto tra tamponi molecolari e contagi si attesta al 33,3% (ieri era al 32,6%). Il tasso di positivita' nel percorso nuove diagnosi e' infine del 21,9% (ieri era del 23,3%). Complessivamente, da inizio emergenza, le persone contagiate nelle  Marche sono 71.423 con 527.545 tamponi testati, compresi quelli del percorso antigenico.

Abruzzo

Sono 473 i casi di Covid-19 registrati oggi in Abruzzo e risultati dai 15.031 test eseguiti (4.863 tamponi molecolari e 10.168 test antigenici). Un numero che porta il totale dei casi da inizio emergenza a 56.503 (il totale risulta inferiore in quanto e' stato sottratto un caso comunicato nei giorni scorsi e risultato essere in carico ad altra Regione) e che si riferisce a persone di eta' compresa tra 7 mesi e 98 anni, inclusi 90 giovani sotto i 19 anni: 17 in provincia dell'Aquila, 38 in provincia di Pescara, 18 in provincia di Chieti e 17 in provincia di Teramo.  Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 13.116 (+37 rispetto a ieri). Dall'inizio dell'emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 769283 tamponi molecolari (+4863 rispetto a ieri) e 281304 test antigenici (+10168 rispetto a ieri). Il tasso di positivita', calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, e' pari a 3,1%

Puglia

Sono 1418 i nuovi casi di Sars Cov-2 registrati in Puglia su un totale di 10.530 test registrati nelle ultime 24 ore. In gran parte, 610, riguardano la provincia di Bari; poi 64 in provincia di Brindisi, 93 nella provincia Barletta Andria Trani, 169 in provincia di Foggia, 198 in provincia di Lecce, 273 in provincia di Taranto oltre a 3 casi di residenti fuori regione e 8 casi di provincia di residenza non nota.  I dati sono contenuti nel bollettino epidemiologico di oggi. Sono stati registrati 19 decessi: 9 in provincia di Bari, 1 in provincia di Brindisi, 2 in provincia BAT, 1 in provincia di Foggia, 2 in provincia di Lecce, 3 in provincia di Taranto, 1 residente fuori regione. I ricoverati sono 1.443 (-6). Sono 34.250 i casi attualmente positivi (+444), di cui 32.807 in isolamento domiciliare. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 1.603.289 test e sono stati registrati 152.819 casi. In tutto sono 114.497 i pazienti guariti e 4.072 i deceduti.Basilicata

Basilicata

Nella Basilicata, in zona rossa, ci sono altri 169 nuovi positivi al Covid a fronte di 1666 tamponi molecolari processati ieri. Nessun decesso. Lo fa sapere la task force regionale che informa che "a seguito di verifica e riallineamento tra le piattaforme Covid-19 della Regione  Basilicata e dell'Istituto Superiore di Sanita', con il bollettino odierno si registrano 270 guarigioni relative al periodo antecedente. Si tratta di soggetti gia' dichiarati guariti, nei tempi e nelle modalita' previste dalle vigenti circolari ministeriali, dai servizi delle Aziende sanitarie territorialmente competenti". Alle 270 guarigioni di residenti dovute a riallineamento se ne sommano 203 odierne, per un totale di 473 guarigioni. Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 3.655, di cui 3.548 in isolamento domiciliare. 

Sardegna

Nell'unica regione in zona bianca sono stati rilevati 89 nuovi casi di Covid che portano a 41.577 il numero complessivo dall'inizio della pandemia. L'ultimo aggiornamento dell'Unita' di crisi regionale registra due decessi: il totale delle vittime da marzo 2020 sale cosi' a 1.179. In totale sono stati eseguiti 789.675 tamponi, per un incremento complessivo di 3.442 test rispetto al dato precedente. Il rapporto casi positivi-tamponi eseguiti segna un tasso di positivita' dello 2,5% Domani screening di massa a Cagliari.

Sicilia

Dati confortanti dalla Sicilia dove si segnala un boom di guarigioni nelle ultime 24 ore: 2.374. Il dato e' contenuto nel report giornaliero del ministero della Salute, che segnala per l'Isola 519 nuovi casi e altri 12 decessi. Scende sensibilmente, quindi, l'attuale numero dei contagiati: sono 22.678, 1.867 meno di ieri. I tamponi antigenici e molecolari effettuati tra ieri e oggi, invece, sono 23.161. I pazienti Covid ricoverati in regime ordinario sono passati dai 676 di ieri ai 670 di oggi, quelli nelle terapie intensive e sub-intensiva da 118 a 120.

Calabria

In Calabria si contano 260 nuovi contagi su un totale di oltre 1.500 e nessun decesso. Due ricoveri in più in terapia intensiva per un totale di 7. I guariti sono 227.

Campania

L'unita' di crisi della regione Campania in zona rossa ha reso noto che i positivi del giorno: 2.842 (di cui 341 casi identificati da test antigenici rapidi) di cui asintomatici: 2.286, Sintomatici 215 su 25.327 tamponi (di cui 4.401 antigenici). Totale positivi: 279.818 (di cui 7.649 antigenici) Totale tamponi: 3.041.179 (di cui 127.131 antigenici)? I decessi sono 13 (8 deceduti nelle ultime 48 ore, 5 deceduti in precedenza ma registrati ieri) che portano il totale a 4.427. I nuovi guariti sono 577per un totale di 190.181 Report posti letto su base regionale: intensiva disponibili: 656; occupati: 140. Degenza disponibili: 3.160; occupati: 1.358.