Quotidiano Nazionale logo
14 nov 2021

Bollettino Covid Italia e Lombardia 14 novembre: 7.569 nuovi casi e 36 decessi

Il tasso di positività sale di poco: 1,7%. In Lombardia si ferma a 1%. Aumentano i ricoveri nei reparti ordinari e nelle rianimazioni

featured image
Il bollettino lombardo

La certezza è che i contagi saliranno da qui a Natale, quando sarà raggiunto il picco della quarta ondata con 30mila nuovi positivi al covid. Con una curva pandemica in decisa risalita, come peraltro previsto con l'arrivo dell'inverno e la minor efficacia della copertura vaccinale a sei mesi dalla seconda dose, i dubbi o le speranze riguardano la velocità con cui verrà somministrata la terza dose booster e la possibilità di estendere agl under 12 - tra i più colpiti dalla variante Delta - la campagna nazionale di immunizzazione. A fronte della crescita dei casi, dell'incidenza e dell'indice Rt,  gli ospedali "tengono" anche se in varie regioni crescono le occupazioni di posti letto da parte di malati Covid sia nei reparti ordinari che nelle terapie intensive. Sul fronte rianimazioni, nessuna regione sfora il tetto del 15% che potrebbe diventare da solo parametro sufficiente per passare dalla zona bianca alla zona gialla. Per il momento, tuttavia, l'Italia resta interamente bianca con Friuli, Marche e Alto Adige che rischiano il giallo a dicembre. Ecco i dati di oggi 14 novembre del quotidiano bollettino del Ministero della Salute con particolare attenzione al tasso di positività che ieri si è attestato a 1,58%

Italia

I nuovi casi sono 7.569 mentre i decessi risultano 36. Ieri erano stati rispettivamente 8.544 e 53. Sale leggermente il tasso di positività che raggiunge 1,7% su 445.393 tamponi effettuati. Ieri erano stati molti di più: 540.371. Sono invece 458 i pazienti in terapia intensiva in Italia, 3 in più rispetto a ieri. Gli ingressi giornalieri sono 29 (ieri 39). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 3.647, ovvero 50 in più rispetto a ieri.

I dati nazionali/ PDF

La regione con piu' casi odierni e' la Lombardia (+1.020), seguita da Veneto (+878), Campania (+875), Lazio (+867), ed Emilia Romagna (+676). I contagi totali in Italia dall'inizio della pandemia sono 4.860.061. I guariti sono 3.411 (ieri 4.033) per un totale di 4.608.056. Ancora in rialzo il numero degli attualmente positivi, 4.118 in piu' (ieri +4.453) che salgono a 119.230. Di questi, sono in isolamento domiciliare 115.125 pazienti

Lombardia

Sono 1.020 i nuovi positivi al Coronavirus in Lombardia (ieri 1.237), nelle ultime 24 ore, a fronte di 99.138 tamponi effettuati, su un totale di 18.786.816 da inizio emergenza. Tasso di posiitivtà oggi all'1%. Nelle ultime 24 ore ci sono stati 15 decessi (ieri 13), che portano il numero delle vittime complessive, in regione, a 34.240. Le persone ricoverate con sintomi, in Lombardia, sono 441 di cui 50 in Terapia intensiva, mentre in isolamento domiciliare ci sono 14.681 soggetti. I guariti/dimessi dall'inizio dell'emergenza sono 856.017 (+215). Gli attualmente positivi in totale sono 15.172 (+800). Questi i nuovi casi suddivisi per provincia: Milano 353, Brescia 121, Varese 112, Monza e Brianza 109, Como 39, Bergamo 57, Pavia 31, Mantova 26, Cremona 28, Lecco 16, Lodi 33, Sondrio 36.

Le altre regioni

Emilia Romagna:  682 nuovi positivi su 28.366 tamponi eseguiti, +225 guariti; sulle vaccinazioni più di 7 milioni e 74mila dosi somministrate, oltre 265mila terze dosi fatte. In calo le terapie intensive, leggera crescita per i ricoveri negli altri reparti Covid. Il 95,8 dei casi attivi è in isolamento a casa, senza sintomi o con sintomi lievi. L'età media dei nuovi positivi è di 44,3 anni. Sette decessi a Bologna. Dall'inizio dell'epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 438.850 casi di positività, 682 in più rispetto a ieri, su un totale di 28.366 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è dello 2,4%.

Piemonte: oggi l'Unita' di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 367 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 (di cui 155 dopo test antigenico), pari all'1% di 36.648 tamponi eseguiti, di cui 32.477 antigenici. Dei 367 nuovi casi gli asintomatici sono 229 (62,4%). I casi sono cosi' ripartiti: 147 screening, 163 contatti di caso, 57 con indagine in corso. Il totale dei casi positivi diventa quindi 393.645. I ricoverati in terapia intensiva sono 24 (invariati rispetto a ieri), quelli non in terapia intensiva 264 (+ 11 rispetto a ieri). L'unita' di crisi della regione Piemonte ha comunicato, inoltre, un decesso ed il totale e' ora di 11.850 deceduti dall'inizio della pandemia.Le persone in isolamento domiciliare sono 5.753 I tamponi diagnostici finora processati sono 9.029.058 (+36.648 rispetto a ieri), di cui 2.429.577 risultati negativi.

Liguria: sono 193 i nuovi positivi al Covid-19. Ecco il dettaglio, riferito alla residenza della persona testata: Imperia: 35. Savona: 2. Genova: 117, La Spezia: 39.

Veneto: rallenta nel fine settimana la crescita in Veneto dei nuovi casi di Covid-19, con 878 contagi nelle ultime 24 ore e il totale a 491.301; il bollettino regionale segnala inoltre 3 decessi, che portano il totale a 11.875 vittime. Crescono ancora (+461) i positivi attuali, che sono 15.922. Ferma la situazione dei ricoveri in area non critica (299), mentre crescono (+3) i pazienti in terapia intensiva che oggi sono 63. 

Friuli Venezia Giulia: oggi in Friuli Venezia Giulia su 4.135 tamponi molecolari sono stati rilevati 364 nuovi contagi con una percentuale di positività del 8,8%. Sono inoltre 12.597 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 32 casi (0,25%). Nella giornata odierna si registrano tre decessi: tre uomini rispettivamente di 75, 79 e 83 anni. Il primo, di Tarvisio, è deceduto all'ospedale di Udine; il secondo, di Trieste, al presidio ospedaliero universitario di Trieste e il terzo, di Sgonico, deceduto sempre all'ospedale di Trieste. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 19, mentre i pazienti in altri reparti risultano essere 160. Lo comunica il vicegovernatore della Regione con delega alla Salute Riccardo Riccardi.

Alto Adige: sono 256 i nuovi casi di Covid-19 su appena 935 tamponi esaminati nella giornata di ieri. Nessuna persona e' deceduta nelle ultime 24 ore per un dato che resta a 1.217 vittime complessive da inizio pandemia. Stabili i ricoveri dei pazienti covid in ospedale: 65 si trovano nei reparti ordinari e 8 in terapia intensiva. Su 251.991 persone sottoposte a tampone molecolare, 84.242 sono risultate positive. I guariti sono 79.883 mentre superano quota seimila le persone in quarantena (6.151).

Lazio: oggi nel Lazio su 10.171 tamponi molecolari e 23.916 tamponi antigenici per un totale di 34.087 tamponi, si registrano 867 nuovi casi positivi (-200), 4 decessi (-5), 558 ricoverati (+8), 70 le terapie intensive (+1) e +376 guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 2,5%. I casi a Roma città sono a quota 297. Nel Lazio abbiamo raggiunte 9 milioni di somministrazioni con oltre 93% di adulti in doppia dose e oltre 87% over 12 in doppia dose.

Marche: sono 80 i pazienti Covid-19 assistiti nei reparti ospedalieri delle Marche, 7 meno di ieri, e 10 (-1) nei pronto soccorso in attesa di essere trasferiti nei reparti. Nelle terapie intensive ci sono 20 pazienti: 8 a Pesaro, 5 a Torrette, 2 in pediatria al Salesi, 2 a Fermo e 3 a San Benedetto del Tronto; ci sono 19 (-1) pazienti ricoverati nella semi-intensiva di Pesaro e 2 (+1) a Macerata. Nei reparti non intensivi sono in 39 (-6): 3 (-1) al Covid e 1 (-2) in ostetricia a Pesaro, 20 a malattie infettive e 1 in ostetricia a Torrette e 14 (-3) a malattie infettive di Fermo. Sono 69 (-1) gli ospiti nella Rsa di Campofilone (Fermo). Nelle Marche ci sono anche 3.264 (-238) persone in isolamento domiciliare, mentre sono diventati complessivamente 112.223 (+53) i dimessi e guariti. Nelle ultime 24 ore e' stata registrata una nuova vittima correlata al Covid-19': un uomo di 60 anni di Ancona, affetto anche da altre patologie. Il bilancio dall'inizio della crisi pandemica e' salito a 3.122 morti, 1.747 uomini e 1.375 donne.

Umbria: altri due morti per Covid (1.474 dall'inizio della pandemia) vengono segnalati nelle ultime 24 ore in Umbria. Secondo i dati della Regione aggiornati al 14 novembre, i nuovi casi di positività accertati sono 71 e i guariti 47. Gli attualmente positivi salgono così a 1.532 (22 in più di sabato). I ricoverati sono 40 (42 sabato), cinque dei quali (uno in meno) in terapia intensiva. Sono stati analizzati 8.744 test antigenici e 1.681 tamponi molecolari. Il tasso di positività sul totale scende a 0,68 per cento (sabato 0,94). 

Puglia: sono 124 i casi di contagio da coronavirus accertati in Puglia nelle ultime ore. Si tratta dello 0,68% dei 18.153 test processati. La gran parte delle nuove positività è stata scoperta in provincia di Bari in cui si contano 40 malati covid in più rispetto a ieri. Seguono per nuovi casi di contagio le province di Foggia con 28, Lecce con 25, Brindisi con 17, Taranto con 8 e Bat con 5. Di un caso non è nota la provincia di residenza. Gli attualmente positivi sono 3.820 di cui 158 ricoverati in area non critica covid e 20 in terapia intensiva. Non ci sono vittime oggi dell'infezione da coronavirus mentre il totale dei guariti da inizio pandemia a oggi sale a 265.135.

Sardegna:  si registrano oggi 77 ulteriori casi confermati di positività,  sulla base di 1723 persone testate. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 8247 test. Lo comunica la Regione Sardegna.  I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 8 (come ieri). I pazienti ricoverati in area medica sono 44 (come ierii). 1797 sono i casi di isolamento domiciliare (56 in più rispetto a ieri). Non si registrano decessi.

Calabria: sono 139 in piu', rispetto a ieri, le persone risultate positive al coronavirus in Calabria su 3.562 tamponi eseguiti. Nella regione finora sono stati effettuati 1.358.162 tamponi, le persone risultate positive al coronavirus sono 89.752 (ieri erano 89.613). Lo rende noto l'amministrazione regionale nel bollettino quotidiano dei dati relativi al Covid: rispetto a ieri sale il rapporto tra tamponi fatti e tamponi positivi (dal 3,87% al 3,90%). Dall'inizio dell'emergenza i decessi sono 1.466 (dato invariato rispetto a ieri), i guariti sono 84.549 (+98 rispetto a ieri), attualmente i ricoveri sono 121 (dato invariato rispetto a ieri), di cui 9 in terapia intensiva. Gli attualmente positivi sono 3.737 (+41).

Campania: l'Unità di crisi della regione Campania ha reso noto che i positivi del giorno sono 875 su 25.463 test effettuati. Un nuovo decesso nelle ultime 48 ore; deceduto in precedenza ma registrato ieri.

Valle d'Aosta: si registrano oggi 29 nuovi positivi al Covid. Il numero dei casi totali sale a 12.466, quello degli attuali positivi a 162. Non si registra nessun nuovo decesso. Secondo il bollettino della Regione non ci sono ricoverati nelle terapie intensive, 7 pazienti sono ospitati invece nelle aree mediche. Infine coloro che si trovano in isolamento domiciliare sono 155

Sicilia:  sono 501 i nuovi casi di Coronavirus in Sicilia (ieri 327), a fronte di 21.855 tamponi effettuati, su un totale di 7.024.093 da inizio emergenza. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 2 decessi (ieri 3) che portano il totale delle vittime, sull'isola, a 7.090. E' quanto si legge nel bollettino di oggi del Ministero della Salute e della Protezione Civile. Il numero degli attualmente positivi in Sicilia è di 9.077 (+71) mentre le persone ricoverate con sintomi sono 326, di cui 50 in Terapia intensiva. In isolamento domiciliare ci sono 8.701 pazienti. I guariti/dimessi dall'inizio dell'emergenza ad oggi sono 298.474 (+428). Questi i nuovi casi suddivisi per provincia: Palermo 98, Catania 153, Messina 91, Siracusa 52, Trapani 41, Ragusa 16, Caltanissetta 31, Agrigento 8 e Enna 11.

 

Allarme Slovenia

In Slovenia si mantiene altissima la percentuale di positività ai test anticovid, che nelle ultime 24 ore è risultata del 44,2%. Come riferiscono i media regionali, anche l'incidenza su 100 mila abitanti nelle due settimane resta a livelli allarmanti, con l'ultimo dato a 2.003. Da ieri i nuovi contagi sono stati 2.365. I casi attivi sono attualmente 42.240, mentre cresce la pressione sul sistema ospedaliero, e in particolare sulle terapie intensive.

Lockdown Austria

Vienna ha annunciato l'entrata in vigore domani di un lockdown per le persone non vaccinate o che non hanno contratto di recente il Covid-19, nel tentativo di arginare il numero record di nuovi casi. "La situazione è grave (... ). Non stiamo prendendo questa misura a cuor leggero, ma purtroppo è necessario ", ha affermato il cancelliere Alexander Schallenberg in una conferenza stampa a Vienna.   Concretamente, in assenza di vaccino o di recente guarigione, dai 12 anni in su non si avrà il diritto di uscire di casa se non per fare acquisti, sport o per cure mediche. Verranno effettuati controlli senza preavviso, hanno ammonito le autorità. Sono previste multe fino a 1.450 euro per chi violerà il lockdown previsto. Fra dieci giorni verrà effettuata una ricognizione per valutare se proeguire o meno con le restrizioni. Circa il 65% della popolazione austriaca ha ricevuto entrambe le dosi del vaccino, dato inferiore alla media europea del 67% e lontano dai Paesi con più vaccinati, come Italia, Francia e Spagna.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?