Il giorno del rientro in classe di 4 milioni di studenti italiani sembra essersi concluso senza particolari problemi legati all'introduzione dell'obbligo del green pass per docenti e personale e al nuovo sistema di controlli della certificazione. Una sorta di banco di prova superato per la scuola in attesa di quanto avverrà nei prossimi giorni che restano comunque caldi. Sul fronte delle presenze degli insegnanti "no vax" o "no green pass" nessuna situazione di vero allarme: basti pensare che in tutta la Lombardia solo una novantina tra professori e amministrativi risultano assenti su un totale di oltre 250mila unità. Quanto ai numeri della pandemia da Sars-Cov2, mentre Figliuolo annuncia l'avvio della terza dose dal 20 settembre, la settimana che inizia è importante per la conferma del trend di decrescita del contagio registrato nei giorni scorsi con il calo dell'indice Rt e dell'incidenza. I primi numeri arrivati in giornata relativi al confronto settimanale dei dati sulla diffusione del virus appaiono confortanti. In Sicilia, unica regione ancora in giallo per altri 15 giorni, si registra una forte frenata delle infezioni: - 27%. Trend in decrescita anche in altre regioni. Ma su base quotidiana la tendenza è diversa. Ecco dunque i dati di oggi 13 settembre.

Bollettino Italia

Sono 2.800 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 4.664. Sono invece 36 le vittime in un giorno, ieri erano state 34. Il tasso di positività sale a 2,3%, ieri era a 1,7%.. I tamponi processati sono 120.045, numero decisamente inferiore rispetto alla media settimanale come ogni lunedì. Crescono i ricoverati in terapia intensiva: sono 563, rispetto a ieri 4 in più. 

La regione con piu' casi odierni e' ancora la Sicilia, anche se in calo da diversi giorni, con 618 contagi, seguita da Emilia Romagna (+470), Veneto (+291), Lazio (+271) e Lombardia (+220), con Molise e Val d'Aosta che segnalano zero nuovi positivi. I casi totali salgono cosi' a 4.609.205. I guariti sono 4.186 (ieri 4.922) per un totale dall'inizio della pandemia di 4.353.346. Il numero delle persone attualmente positive cala ancora: 1.430 in meno (ieri -292), e sono 125.904 in tutto, di cui 121.141 in isolamento domiciliare.

I dati nazionali / PDF

Bollettino Lombardia

In Lombardia sono invece 220 i nuovi contagi da coronavirus mentre i tamponi effettuati ammontano a 15.008 tamponi. Dunque il tasso di positività è 1,46%, inferiore a quello nazionale. Tre i decessi per un totale di 33.956 da inizio pandemia. Sono 62 i ricoverati in Terapia intensiva, 2 in più di ieri, 416 quelli i malati Covid ricoverati in altri reparti (+ 4). I nuovi casi per provincia: Milano: 71 di cui 35 a Milano città; Bergamo: 13; Brescia: 33; Como: 5; Cremona: 0; Lecco: 0; Lodi: 0; Mantova: 1; Monza e Brianza: 8; Pavia: 8; Sondrio: 1; Varese: 62.

I dati lombardi

Le altre regioni

Veneto: sono 291 i nuovi casi di Covid diagnosticati in Veneto nelle ultime 24 ore. Il dato emerge dal report quotidiano della Regione. Il totale degli attualmente positivi scende cosi' sotto quota 13 mila (12.884). In crescita, invece, il totale dei posti letto occupati, 6 in piu' rispetto a ieri nelle aree non critiche e uno in piu' in terapia intensiva. Due i decessi.

Toscana: 207 nuovi casi di Coronavirus, su 4.080 tamponi molecolari e 1.839 antigenici rapidi, tre morti e 215 guariti. Lo riporta il bollettino giornaliero trasmesso dalla Regione alla protezione civile nazionale. Nell'ultima giornata il tasso dei positivi raggiunge il 3,5% sul totale dei tamponi e il 9,6% in relazione alle nuove diagnosi. Riguardo all'ultimo dato è la prima volta da diverse settimane che di lunedì l'indice di positività in relazione ai nuovi soggetti controllati torna a cifra singola. Cresce, nel frattempo, la pressione ospedaliera complice anche l'effetto di accumulo dei ricoveri nel fine settimana.

Piemonte: nessun decesso di persone positive al test del Covid-19 comunicato oggi dall'Unita' di Crisi della Regione Piemonte. Il totale rimane quindi di 11.733 deceduti risultati positivi al virus. Sono invece 87 i nuovi casi di persone risultate positive al 
Covid-19 (di cui 14 dopo test antigenico), pari all'0,6% di 15.508 tamponi eseguiti, di cui 12.591 antigenici. Degli 87 nuovi casi, gli asintomatici sono 47 (54,0%). I casi sono cosi' ripartiti: 24 screening, 52 contatti di caso, 11 con indagine in corso, 2 importati dall'estero. Il totale dei casi positivi diventa quindi 379.434. I ricoverati in terapia intensiva sono 24 (-1 rispetto a ieri). I ricoverati non in terapia intensiva sono 195 (+5 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 3.537. I tamponi diagnostici finora processati sono 6.709.545(+ 15.508rispetto a ieri), di cui 2.090.477risultati.

Valle d'Aosta: nessun nuovo positivo, il totale resta di 12.054 da inizio pandemia, secondo i dati del bollettino regionale. I positivi attuali sono 73. Tra questi nessuno in terapia intensiva e due ricoverati. Il totale dei decessi e' stabile a 473.

Liguria: la settimana inizia con 65 nuovi casi covid registrati in Liguria dopo 1.440 tamponi molecolari e 1.141 tamponi antigenici rapidi, per un'incidenza quindi del 2,5% sul totale dei test effettuati. È quanto emerge dal bollettino diffuso dalla Regione sulla base del flusso dati tra l'agenzia regionale Alisa e il ministero della Salute. Risalgono fino a sfiorare i cento i ricoverati: sono ora 99 (+5) con 9 malati in terapia intensiva. E si registra un nuovo decesso, una donna 90enne morta l'11 settembre all'ospedale San Martino di Genova.

Emilia Romagna: i nuovi positivi al Coronavirus in Emilia-Romagna sono 470, rilevati con 15.389 tamponi. Ieri si è registrato un morto, una donna di 68 anni del Parmense, un aumento di ricoveri nei reparti 
Covid, ora 420 (+23), mentre resta invariato il numero dei pazienti in terapia intensiva (45). L'età media dei nuovi positivi di oggi è 38,1 anni, 209 gli asintomatici. La situazione nelle province vede Bologna con 149 nuovi casi, seguita da Modena (83). I guariti sono 546 in più, i casi attivi 77 in meno (14.948), il 96,9% in isolamento a casa. Capitolo vaccini: alle 14 sono state somministrate complessivamente 6.158.048 dosi; sul totale, 2.925.125 sono le persone che hanno completato il ciclo. 

Marche: continua a rimanere sostanzialmente stabile il numero di ricoveri per Covid-19 nelle Marche (84; +1) mentre nell'ultima giornata si sono verificati due decessi - un 91enne di San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno) e un 92enne di Jesi(Ancona) che erano ospiti della Residenza Valdaso - che fanno salire il totale a 3.058. Lo comunica il Servizio Sanità della Regione. Sono 16 i positivi rilevati nelle ultime 24ore in base a un numero di tamponi eseguiti, più basso come di consueto di domenica: in tutto 986 tra percorso screening (558; 2,9% di positività) e guariti (428) a cui sommare 347 test antigenici (13 positivi rilevati). Negli ospedali due pazienti in più in terapia intensiva (26) e tre in meno in semintensiva (21) mentre nei reparti non intensivi sono assistite 37 persone (+2); tre i dimessi. Il totale dei positivi (ricoverati più positivi) cala a 3.203 (-24) e le quarantene per contatto con contagiati a 4.040 (-163). I guariti/dimessi ora sono 106.092). Sono 46 gli ospiti di strutture territoriali e 11 gli assistiti nei pronto soccorso

Puglia: oggi in Puglia si registrano 88 nuovi casi di infezione al Covid-19 su 6.438 test, con una percentuale di positività dell'1,36% contro l'1,01% di ieri. Tre le persone decedute (ieri nessuna). I nuovi casi sono così ripartiti: 2 in provincia di Bari, 1 nella Bat, 7 nel Brindisino, 24 in provincia di Foggia, 49 in provincia di Lecce, 1 nel Tarantino, 4 residenti fuori regione. Sono 3.681 le persone attualmente positive, 193 quelle ricoverate in area non critica, 20 sono in terapia intensiva. 

Alto Adige: un altro decesso covid, il quarto da inizio mese. Sono dodici invece i nuovi casi ma solo su 1.265 test effettuati (1 tramite 209 tamponi pcr e 11 tramite 1.056 test antigenici). Cala leggermente il numero dei ricoveri: 21 (-2) nei normali reparti ospedalieri e 7 (+0) in terapia intensiva. I nuovi guariti sono 26 e gli altoatesini in quarantena sono 1.937. Il 60% della popolazione è vaccinata.

Friuli Venezia Giulia: su 1.230 tamponi molecolari sono stati rilevati 36 nuovi contagi con una percentuale di positivita' del 2,92%. Sono inoltre 900 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali e' stato rilevato 1 caso (0,11%). Nella giornata odierna non si registrano decessi; 11 sono le persone sono ricoverate in terapia intensiva, mentre i pazienti in altri reparti risultano essere 44. Lo comunica il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Ricciardi. I decessi complessivamente ammontano a 3.809, con la seguente suddivisione territoriale: 816 a Trieste, 2.020 a Udine, 679 a Pordenone e 294 a Gorizia.

Lazio: sono 12.607 le persone attualmente positive a Covid-19 nel Lazio, di cui 452 ricoverati, 64 in terapia intensiva e 12.091 in isolamento domiciliare. Dall'inizio dell'epidemia i guariti sono 358.110 e i morti 8.574, su un totale di 379.291 casi esaminati, secondo il bollettino aggiornato della Regione Lazio.

Calabria: ad oggi, il totale dei tamponi eseguiti sono stati 1.131.040 (+2.648). Le persone risultate positive al Coronavirus sono 81.037 (+125) rispetto a ieri. Sono 196 i nuovi guariti. Restano 18 i ricoverati in terapia intensiva; mentre crescono di 4 unita' i ricoverati (163). Si registrano 4 decessi che portano il totale dall'inizio della pandemia a 1.357.

Sicilia: i nuovi positivi in Sicilia sono 618 (ieri erano 885) a fronte di 12.307 tamponi processati, dato che porta il tasso di positivita' al 5%. Le persone decedute sono 8. I guariti sono 786 e per gli attualmente positivi c'e' un decremento di 176 unita' attestandosi su un numero totale di 26.014. Il numero dei ricoveri nei reparti ordinari e' di 792, sono 103 i ricoveri in terapia intensiva con 7 nuovi ingressi. In isolamento domiciliare ci sono 25.119 persone.