Quotidiano Nazionale logo
24 mar 2022

Usavano il web per rubare soldi Denunciati quattro truffatori

Un cremonese che aveva ricevuto un falso sms ha visto sparire dal conto oltre 9mila euro

pier giorgio ruggeri
Cronaca
Il più giovane dei denunciati dai militari dell’Arma ha 28 anni e abita in provincia di Napoli
Il più giovane dei denunciati dai militari dell’Arma ha 28 anni e abita in provincia di Napoli
Il più giovane dei denunciati dai militari dell’Arma ha 28 anni e abita in provincia di Napoli

di Pier Giorgio Ruggeri

Quattro italiani individuati dai carabinieri come responsabili di truffe via internet e denunciati. I carabinieri di Castelleone hanno denunciato un 38enne e una 41enne, residenti nella provincia di Caserta, in quanto responsabili di truffe molto frequenti. I due vendevano false polizze assicurative. Una donna di Castelleone si era lasciata convincere a versare su una carta postepay, 274 euro per acquistare una polizza assicurativa per la sua auto. Dopo il saldo, la polizza era arrivata ma a un controllo, era risultata falsa. Di qui la denuncia, le indagini e la scoperta degli autori del raggiro, a loro volta denunciati.

Ben più consistente il raggiro posto in essere da un 61enne che ha beffato un residente a Cremona. Il truffatore aveva trovato un acquirente per la sua Toyota, in vendita al prezzo di 4.800 euro. I due si erano accordati sulle modalità di pagamento: 3.800 euro da versare su un Iban e gli ultimi mille euro alla consegna della vettura. Concordati ora e luogo dell’appuntamento, l’acquirente si è presentato puntuale, ma è rimasto ad attendere invano: vettura e venditore non sono mai arrivati. Il truffato si è rivolto ai carabinieri, fornendo l’Iban del versamento e il numero di telefono del venditore. Proprio da questi indizi i carabinieri sono arrivati a identificare il truffatore e a denunciarlo. Ultimo caso riguarda una truffa più subdola. La persona raggirata aveva ricevuto un messaggio sul cellulare che lo avvisava che sul conto della carta postepay eano stati effettuati movimenti fraudolenti chiedendogli di accedere a un link per avere maggiori informazioni in merito. La vittima ha effettuato l’accesso al link e ha visualizzato una pagina con interfaccia simile a quella del sito di Poste Italiane, nella quale era richiesto di fornire il numero della sua carta nonché il suo numero di telefono. Dopo qualche minuto ha ricevuto una telefonata durante la quale un presunto operatore delle Poste gli consigliava di bloccare la carta e la vittima ha fornito a questa persona tutti i codici segreti di accesso alla sua carta. Ha poi notato che in brevissimo tempo dal suo conto erano stati effettuati senza il suo consenso pagamenti e acquisti per oltre 9mila euro. Ha capito allora di essere stato raggirato, ha bloccato la sua carta e presentato la querela. Tramite i numeri di telefono da cui era stato contattato e i pagamenti effettuati è stato possibile risalire all’autore del raggiro, un 28enne residente in provincia di Napoli, e denunciarlo.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?