Quotidiano Nazionale logo
26 apr 2022

Crema, ragazzo picchiato selvaggiamente: trovati i bulli

Per l’aggressione di gennaio in via XX Settembre a Crema, la polizia denuncia due minori stranieri

piergiorgio ruggeri
Cronaca
Un pestaggio tra adolescenti
Un pestaggio tra adolescenti

Crema, 27 aprile 2022 - Botte da orbi a un coetaneo che aveva osato ribellarsi agli insulti che un gruppo di ragazzi, molti dei quali minorenni, gli stava indirizzando senza ragione. L’episodio, accaduto a gennaio, tre mesi più tardi conosce il suo epilogo. La polizia, dopo la denuncia da parte della vittima, ha cominciato le indagini ascoltando testimoni ma soprattutto andando a vedere le immagini registrate delle telecamere pubbliche e private posizionate nei pressi di via XX Settembre, teatro del pestaggio.

Sin da subito sono state trovate riprese utili per individuare i protagonisti dell’episodio. Ne è seguito un periodo di ricerca per dare un nome agli assaltatori del giovane finito in Pronto soccorso. E alla fine gli agenti del commissariato sono riusciti a identificare i principali autori del pestaggio, convocati e denunciato. Come in altre recenti occasioni, sconcerto per la giovane età dei responsabili: si tratta di due 15enni stranieri, residenti nel Cremasco, denunciati per lesioni aggravate e segnalati al Tribunale dei minori di Brescia per i provvedimenti del caso.

Il pestaggio – come detto – era avvenuto a gennaio in via XX Settembre. Secondo il racconto dei testimoni, due ragazzi e una ragazza si sono avvicinati a un gruppo di una decina di coetanei. Questi ultimi hanno cominciato a deriderli e insultarli. Uno dei due ragazzi ha tentato una reazione e per tutta risposta il gruppo gli si è rivoltato contro, colpendolo con calci e pugni. Il giovane picchiato è dovuto ricorrere alle cure del Pronto soccorso, dove gli sono state diagnosticate ferite alla testa e al collo.

Dell’episodio è venuta a conoscenza la polizia di Stato, che ha ritirato il referto dell’ospedale e raccolto la denuncia da parte del giovane aggredito. La vittima e i testimoni del pestaggio sono stati ascoltati e le registrazioni delle telecamere del posto controllate. Così gli agenti sono arrivati a dare un nome ai due 15enni ritenuti responsabili del pestaggio, che sono stati denunciati.

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?