La firma del Protocollo
La firma del Protocollo

Cremona - Protocollo d'intesa firmato tra Comune e Panathlon Club Cremona. La reciproca volontà di collaborare alla realizzazione di finalità comuni e condivise per manifestare l’interesse e l’impegno verso i giovani è alla base del Protocollo sottoscritto il 7 aprile, nella Sala della Consulta di Palazzo Comunale, dal Sindaco Gianluca Galimberti, dall’Assessore all’Istruzione Maura Ruggeri e dall’Assessore allo Sport Luca Zanacchi per conto del Comune di Cremona, e da Roberto Rigoli, Presidente del Panathlon Club Cremona accompagnato dal Past President Giovanni Radi.

L’intesa di collaborazione, la cui durata è fissata sino al 31 dicembre 2024, prevede che il Comune, nell’ambito delle sue specifiche funzioni di attenzione, supporto e promozione del pieno sviluppo della comunità, riconosce il Panathlon Club Cremona quale organismo rappresentativo delle realtà sportive cittadine che, nel perseguimento delle sue specifiche finalità, esprime una responsabilità sociale e pubblica delle proprie azioni tra i giovani e gli adulti di riferimento. Gli ambiti di intervento così definiti dal protocollo possono essere attività sociali, di incontro, educative, culturali, sportive, di promozione, di informazione, di consultazione e di comune analisi dei bisogni e delle esigenze del territorio comunale; sostegno a progetti e azioni di interesse generale promossi dal Panathlon Club Cremona; definizione, promozione e sostegno di progetti comuni di particolare valore sociale ed educativo inerenti lo sport; partecipazione a progettazioni integrate che utilizzino come metodo di lavoro lo sviluppo e la promozione di reti territoriali.

Un gruppo di coprogettazione e confronto, costituito dai rappresentanti del Panathlon Club Cremona, del Settore Sport e del Settore Politiche Educative, coordinerà l’operato dei diversi Settori dell’Amministrazione Comunale e dei diversi ambiti progettuali. Referente per il Comune sarà l’Assessore allo Sport o suo delegato, per il Panathlon Club il Presidente e i referenti da lui indicati, rendendosi disponibile a coinvolgere altri soggetti e organismi eventualmente interessati.