Quotidiano Nazionale logo
27 gen 2022

Coppia morta in casa da una settimana

Crema, nessuno aveva segnalato l’assenza. Probabilmente lei è stata colta da malore e lui, disabile, ha cercato di aiutarla

piergiorgio ruggeri
Cronaca
I vigili del fuoco e i carabinieri nell’appartamento di via IV Novembre a Crema
I vigili del fuoco e i carabinieri nell’appartamento di via IV Novembre a Crema
I vigili del fuoco e i carabinieri nell’appartamento di via IV Novembre a Crema

di Piergiorgio Ruggeri Erano morti in casa da almeno una settimana e nessuno se ne era accorto. Quando i vigili del fuoco hanno aperto la porta al piano terra dell’appartamento della coppia della quale non si avevano notizie da almeno sette giorni, hanno trovato i due corpi riversi a terra, senza vita. L’allarme è scattato ieri intorno alle 15 in via IV Novembre, angolo via Diaz. Subito sul posto auto medica, ambulanza, vigili del fuoco e carabinieri. Chi ha fatto la segnalazione ha denunciato un cattivo odore che usciva da un appartamento chiuso. Lì ci abita una coppia, lei 66 anni, lui 67 che da una settimana non si faceva vedere. Lui, peraltro, aveva problemi di salute ed era costretto su una sedia a rotelle. Quando i pompieri hanno aperto la porta, hanno visto i due cadaveri, entrambi stesi sul pavimento. Difficili le prime indagini perché i due corpi erano in avanzato stato di decomposizione. I vigili del fuoco hanno riferito ai carabinieri che all’interno della casa non vi erano segni di eventuali fughe di gas e non vi erano tracce di effrazione né sulla porta né sulle finestre. Dunque, con ogni probabilità la morte non è da attribuirsi a fattori esterni. Una prima ipotesi è che uno dei due, forse la donna, abbia accusato un malore e si sia accasciata a terra e che l’uomo, in sedia a rotelle, abbia cercato di aiutarla ma sia stato sopraffatto dalla fatica e dalla dolorosa situazione. Potrebbe avere a sua volta aver accusato un malore fatale. Vicino ai due cadaveri non vi era sangue. Le operazioni di controllo della situazione sono andate avanti per un paio di ore. È stato avvertito il magistrato e poi i due cadaveri sono stati trasportati all’obitorio, su ordine del giudice che ha disposto l’autopsia. L’incarico sarà ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?