Garlasco rievoca la battaglia di 500 anni fa: ecco il programma degli eventi

Sabato e domenica accampamenti, cortei storici e anche lo scontro con numerosi figuranti

La rievocazione della battaglia di Garlasco

La rievocazione della battaglia di Garlasco

Garlasco (Pavia), 1 marzo 2024 – A 500 anni dallo scontro avvenuto tra il 3 e 4 marzo 1524 nell’ambito della guerra d’Italia, nella quale le forze imperiali di Carlo V d’Asburgo assaltarono il borgo fortificato e il castello., domani, sabato 2 marzo e domenica è in programma la rievocazione storica della “Battaglia di Garlasco”, organizzata dal Comune di Garlasco (PV) e patrocinata dal Consiglio regionale della Lombardia. La sua posizione geografica rendeva Garlasco un avamposto strategico tra il Piemonte e la Lombardia e per questo era al centro di contese territoriali. Il borgo, dopo un breve assedio, venne saccheggiato e incendiato.

Il programma comincerà alle 14 di domani con l’apertura degli accampamenti nell’area verde del palazzetto dello sport con attività didattiche su caricamento, sparo e artiglierie; dalle 15,30 alle 19,30 all’Arena spettacoli di piazza Piccola esibizioni didattiche, dimostrazioni coreografate con il coinvolgimento dei bambini e del pubblico.

Domenica, dopo la messa delle 10,15 con preghiera per la pace e partecipazione dei figuranti della battaglia di Garlasco, alle 15 ci sarà la sfilata dei figuranti da via Alagna e via Tromello sino al punto di ritrovo quindi uno sparo di cannone per il dare il via alle celebrazioni. Alle 15,30 corteo storico dall’area verde del palazzetto dello sport, attraverso via Roma e corso Cavour, con ingresso da piazza della Repubblica e posizionamento in piazza Piccola dove alle 15,45 avverrà la rievocazione della battaglia. A seguire esibizioni didattiche nell’Arena spettacoli e finale in piazza della Repubblica con ringraziamenti e minuto di silenzio in onore di tutti i caduti. Le celebrazioni si protrarranno fino a maggio con l’organizzazione di laboratori per gli studenti, mostre di cimeli d’epoca, una conferenza storica, la presentazione di un libro dedicato alla ricorrenza, sfilate storiche per le vie del centro, banchetti d’epoca e spettacoli nella piazza del municipio.