Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
12 giu 2022

Elezioni comunali 2022 a Como e provincia: alle 23 affluenza al 47%

E' la corsa al voto più affollata di sempre. Consultazioni anche a Erba e in altri tredici paesi. Blessagno ha raggiunto il quorum

12 giu 2022

Como, 12 giugno 2022 –  Urne aperte fino alle 23 a Como: si sceglie il nuovo sindaco e la nuova composizione del consiglio comunale in quel di Palazzo Cernezzi. Sono complessivamente 72.132 i comaschi chiamati al voto. Sono le elezioni amministrative più affollate di sempre in città: 8 candidati e quasi 400 aspiranti consiglieri in lizza per un posto dove, negli ultimi vent’anni, gli oneri hanno superato di gran lunga gli onori.  Già il fatto che il sindaco uscente, Mario Landriscina, non sia il lizza la dice lunga sull’insidia di un ruolo, quello del prossimo sindaco di Como, che al contrario di quello che era solito dire Giulio Andreotti della politica logora anche chi indossa la fascia tricolore. In provincia di Como, però,anche altri 14 Comuni dovranno scegliere il primo cittadino: Alta Valle Intelvi, Appiano Gentile, Barni, Beregazzo, Blessagno, Brienno, Erba, Gera Lario, Guanzate, Orsenigo, Porlezza, Rovello Porro, SanBartolomeo Val Cavargna e San Fermo della Battaglia. Il secondo turno di ballottaggio, almeno nel capoluogo, naturalmente se nessun candidato sindaco avrà superato il 50% dei voti la volta precedente, sarà il 26 giugno prossimo.

Affluenza

Sia a Como che a Erba votanti in calo rispetto a 5 anni fa. Nel capoluogo l’affluenza alle 19 è stata del 32,76%, giù di quasi il 4% rispetto al 36,69% delle precedenti elezioni amministrative. A Erba il calo è ancora più netto: oltre l’11% rispetto alle precedenti elezioni comunali.  In tutta la provincia alle 23 l'affluenza si è attestata circa al 47%; 19 l'affluenza si è attestata al 33,08%, alle 12 è stata di 15,91%.

Como

Una sfida all’ultimo voto dunque tra gli otto candidati di cui uno solo, Giordano Molteni, ha rivestito la carica di sindaco, ma nel vicino paese di Lipomo, proprio alle porte della città. Sarà lui il candidato del centrodestra sostenuto da Fratelli d’Italia, Forza Italia e Lega. La palma di candidato più giovane spetta a Roberto Adduci, 31 anni, molto attivo nell’ambito del volontariato e in prima linea negli ultimi due anni per fornire un aiuto ai migranti e ai senza tetto che vivono in città e spesso dormono in strada. A sostenerlo c’è la civica “Comitato assemblee popolari”. Adria Bartolich, 63 anni, è candidata per le civiche “Civitas – progetto città” e “Il bene Comune”, già parlamentare del PDS nel 1994 e nel 1994 è stata anche segretario della Cisl Scuola Lombardia e poi segretario generale della Cisl dei Laghi che sovrintende alle province di Como e Varese. Francesco Saverio Matrale, 56 anni, è candidato per “Como per l’Italia con Paragone – Italexit”. Barbara Minghetti, 57 anni, è la candidata con più liste al suo seguito, ben cinque a rappresentare buona parte del centrosinistra: Pd, Europa Verde, Agenda Como2030, Como Comune e La Svolta civica. Fabio Aleotti, 51 anni, è candidato per la civica “Como in movimento – Stop inceneritore”. L’ex comandante della Polizia municipale, Vincenzo Graziani 71 anni, è in lizza per Verde è popolare. Infine Alessandro Rapinese, 46 anni, sarà candidato per la lista civica che porta il suo nome “Rapinese sindaco”.

Alta Valle Intelvi

La sfida ad Alta Valle Intelvi è tra il sindaco uscente Marcello Grandi che si presenta con la stessa lista che ha vinto cinque anni fa le elezioni, “Insieme per Alta Valle Intelvi”. Lo sfidante, il candidato sindaco Luigi Grandi è invece alla guida della lista “Solo Cose Belle”. Entrambi i candidati sono stati primi cittadini dell’ex comune di Pellio Intelvi.

Appiano Gentile

Sfida a due per la poltrona di sindaco ad Appiano Gentile. I cittadini sono chiamati a scegliere tra la lista “Insieme per Appiano” a sostegno del candidato sindaco Fabrizio Rusconi, assessore al Bilancio dell'amministrazione uscente e la lista “La nuova Appiano”, a sostegno della candidata sindaco Sara Volonterio, consigliere di minoranza uscente.

Barni

Due le liste civiche in corsa per Barni. Da una parte la candidata sindaco Daniela Gerosa con la lista “Arcobaleno per Barni” e dall’altra il candidato sindaco Francesco Rusconi con “La torre civica”. Dall'altra Francesco Rusconi, consigliere e vicesindaco, assessore uscente della giunta Caprani.

Beregazzo

A Beregazzo è sfida a due: il sindaco uscente Luigi Abati con la lista civica “Progetto Futuro” e Salvatore Foglia con la lista civica “Insieme per Beregazzo con Figliaro”.

Blessagno

Corsa in solitaria nel piccolo comune montano che conta 286 abitanti. C’era soltanto un candidato, il sindaco uscente Piero Righetti, che è stato riconfermato già alle 19 quando nel suo paese si è superato il quorum. Si attende solo lo spoglio per avere l'ufficialità. 

Brienno

A Brienno è sfida a due.  Matteo Vitali candidato sindaco con “Vivere Brienno”, la stessa civica che ha vinto cinque anni fa elezioni e Pablo Algieri candidato sindaco alla guida della lista “Rivoluzionari Europei”. Nove i candidati nella lista di Vitali mentre sono otto per Algieri.

Erba 

A Erba, la quarta città della provincia, sarà una corsa a tre tra Mauro Caprani (sostenuto da Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia e dalle liste civiche Erba Prima di tutto e Il Buonsenso), Giorgio Berna (appoggiato dal Partito Democratico e dalla lista Erba civica) e Doriano Torchio (che corre con il sostegno della civica Democrazia Partecipata e l’appoggio del M5s).

Gera Lario

A Gera Lario la sfida è a due: Piergiuseppe Cavallari candidato sindaco con la lista “Progetto comune per Gera Lario” e Oscar Mella candidato sindaco con “Rinnovamento Gera Lario”. Nove i nomi della lista presentata da Cavallari, dieci invece i candidati presenti nella lista di Mella.

Guanzate

A Guanzate è corsa a tre per la poltrona di primo cittadino. I candidati sindaco a sfidarsi sono Cinzia Negretti, Ivano Bernasconi e Giovanni Somaini. Negretti, sindaco uscente di Guanzate si presenta alla guida della lista “Iniziativa Viva”. Bernasconi si presenta alla guida della lista “Guanzate Sì". Somaini si candida con la lista “Insieme”. 

Orsenigo

Sfida a due ad Orsenigo. Gli elettori saranno chiamati a scegliere tra il candidato sindaco Maddalena Pinti sostenuta dalla lista Insieme per Orsenigo, civica che da due mandati è alla guida dell’Amministrazione con il sindaco uscente Mario Chiavenna e la lista civica Noi Orsenigo che propone come candidato sindaco Valerio Palamini attuale consigfliere e capogruppo di minoranza.

Porlezza

L'unico candidato sindaco a presentare una lista, è stato l'attuale primo cittadino, Sergio Erculiani, 60enne, commerciante. Sarà supportato dalla lista civica "Passione Comune". Servirà raggiungere il 40% degli aventi diritto al voto, altrimenti il Comune verrebbe commissariato per un anno.

Rovello Porro

Due i candidati sindaco a Rovello Porro. Ci sono la lista capitanata da Marco Volontè e quella del sindaco uscente Paolo Pavan. Marco Volontè è alla guida di “L’unione fa Rovello”, un gruppo che raggruppa tutte le attuali forze di minoranza: “Insieme per Rovello”, “Punto e a Capo”, “Centrodestra per Rovello”.

San Bartolomeo Val Cavargna

La corsa per la poltrona del primo cittadino di San Bartolomeo Val Cavargna (954 abitanti) è a due. A sfidare la bortolina Eleonora Bari, che corre con la lista "Insieme per San Bartolomeo Val Cavargna", è arrivata Doha Zaghi. La candidata è balzata agli onori della cronaca all'inizio di maggio: aveva infatti deciso di correre per il ruolo di consigliera comunale a Como con Agenda Como 2030 e in particolare con il partito Azione ma dopo la pubblicazione di alcuni video hard in cui veste i panni di Lady Demonique, Carlo Calenda ha deciso di non candidare la giovane comasca. Così è nata la sua candidatura a sindaco di San Bartolomeo, dove è sostenuta dal "Partito Gay - LGBT+ Solidale, Ambientalista, Liberale".

San Fermo della Battaglia

Sono due i candidati sindaco a San Fermo della Battaglia: il primo cittadino uscente Pierluigi Mascetti e Maurizio Falsone, ex sindaco di San Fermo dal 2011 al 2016. Con la lista civica Progetto San Fermo, Mascetti si ricandida alla guida del paese. Sono 9 in totale i candidati consiglieri. Falsone schiera anche lui 9 candidati con la lista civica San Fermo Insieme.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?