Umberto Colombo
Umberto Colombo

Ha messo la firma su tre scudetti della Juventus, quelli degli anni delle meraviglie del Trio magico, ovvero quello composto da Sivori, Charles e Boniperti. Umberto Colombo non faceva rumore, ma in campo si sentiva eccome. Era un mediano sinistro atipico per gli anni Cinquanta, un mediano che amava tentare l'incursione in area per cercare la rete. E spesso ci riusciva. Oggi il mondo del calcio piange la scomparsa di una figura di spicco. Umberto Colombo è morto a 88 anni.

"Ci ha lasciato oggi, all'età di 88 anni, Umberto Colombo, una delle colonne della Juventus degli anni '50. Nato a Como il 21 maggio 1933, ha giocato 193 partite nella Juventus, mettendo a segno 23 gol. Sono 10 gli anni in bianconero, dal 1951 al 1961. Ma il numero che caratterizza la sua carriera e' il 3, a indicare gli scudetti vinti, le Coppe Italia (la terza con l'Atalanta, nel 1963), le presenze in Nazionale, dove chiude in un'Italia-Spagna nel quale si misura con il grande Alfredo Di Stefano (e ha giocato anche contro Pelè in un'amichevole tra la Juventus e il Santos)" fanno sapere dalla stessa società bianconera, che "ricorda Umberto con infinito affetto e si unisce al cordoglio della famiglia per la sua scomparsa". Oltre a quella della Juventus, Colombo ha indossato nella propria carriera anche le maglie di Monza, Atalata e Verona e dopo il ritiro dal calcio giocato è stato anche telecronista di Telelombardia.