I soccorritori sul luogo dell'incidente
I soccorritori sul luogo dell'incidente

Rovellasca (Como), 31 marzo 2019 - Uno schianto terribile a Lazzate e poi subito la fiammata che, insieme alla moto e all’automobile, ha avvolto completamente il motociclista a terra. Un vigile del fuoco volontario che abita a pochi metri di distanza dall’incidente, richiamato dal botto spaventoso, è subito accorso e ha provveduto a spegnere le fiamme che ormai avvolgevano il motociclista 39enne di Rovellasca buttandogli addosso una coperta e poi bagnandolo con un tubo dell’acqua.

E' stata una scena drammatica quella che si è presentata ieri mattina, poco dopo le 8, ai molti che sono accorsi all’incrocio tra via Kennedy e via Libertà, la strada provinciale che collega Lazzate a Lentate sul Seveso. Qui, secondo una prima ricostruzione ancora al vaglio degli organi inquirenti, si sono scontrate la moto Mv Agusta Brutale del trentanovenne comasco, che dal centro di Lazzate procedeva verso Lentate sul Seveso e la Ford Fiesta condotta da una donna 76enne di Lazzate che uscendo dalla via Kennedy ha svoltato a sinistra.

A causa del violento urto frontale si è sviluppato un incendio che ha avvolto anche il motociclista, probabilmente investito dalla benzina fuoriuscita per l’impatto. In una manciata di secondi, il vigile del fuoco in forza al locale distaccamento di volontari, che era a casa in riposo, intuita l’estrema gravità della situazione, ha raggiunto il motociclista ferito avvolto dalle fiamme, per cercare di evitare il peggio.

Nel frattempo sono partite le chiamate di soccorso che hanno fatto convergere sul posto nel giro di pochi minuti due ambulanze, l’auto medica, l’elicottero del 118, la squadra dei Vigili del fuoco di Lazzate in servizio e le pattuglie dei carabinieri della stazione di Lentate sul Seveso e del radiomobile di Seregno.

Le condizioni del motociclista sono apparse subito gravissime, sia per i traumi riportati nello scontro, che per le ustioni conseguenti all’incendio che lo ha avvolto mentre si trovava a terra. La pensionata settantaseienne alla guida dell’automobile, contusa e sotto choc, è stata invece trasportata in codice giallo all’ospedale di Saronno, mentre l’èquipe medica del 118 ha lavorato a lungo sul motociclista per riuscire a stabilizzarlo prima di inviarlo in elicottero all’ospedale Niguarda di Milano in codice rosso, dove si trova ricoverato in prognosi riservata in Rianimazione e ancora in pericolo di vita. La strada provinciale è rimasta chiusa al traffico per questi tre ore per consentire le operazioni di soccorso, i rilievi tecnici che dovranno ricostruire l’esatta dinamica del sinistro e poi la rimozione dei detriti rimasti sull’asfalto a causa del violento impatto e del successivo incendio.