L'attrezzatura sequestrata
L'attrezzatura sequestrata
Como, 7 dicembre 2018 - La Polizia Locale di Como nei giorni scorsi ha denunciato due uomini per tentata truffa durante gli esami per il conseguimento della patente di guida. L'operazione rientra nell'ambito dei controlli concordati con la Motorizzazione Civile per contrastare i sistemi di truffe agli esami. Durante lo svolgimento dei quiz sono stati sorpresi in flagranza di reato, in due distinte sessioni, un ventenne originario dell'India e un trentasettenne del Pakistan. Il primo, residente a Erba, è stato trovato con uno smartphone attaccato all'interno della felpa, sulla quale era stato praticato un piccolo foro attraverso cui venivano riprese le domande proiettate sul monitor assegnato all'esaminando e trasmesse ad un complice all'esterno, che comunicava la risposta corretta. Nell'intento di non essere scoperto, l'uomo ha infilato in profondità le piccole cuffie, che sono state recuperate solo grazie all'intervento dei medici del pronto soccorso. Stesso escamotage quello attuato dal trentasettenne originario del Pakistan, residente a Luisago, che, al contrario dell'altro candidato, è stato controllato solo dopo aver ultimato gli esami, brillantemente superati. Anche in questo caso gli inquirenti, hanno eseguito un controllo, trovando smartphone, foro sul maglione e un piccolo auricolare. Tra 2016 e 2017 la Polizia Locale ha denunciato a piede libero per il medesimo reato sei persone. Nel 2018, con questi ultimi due, sono cinque i casi accertati.