Brescia, passeggero fuma a bordo: il conducente lo invita a scendere e lui tira una pietra contro il bus

In frantumi il finestrino del mezzo di trasporto. Poi, l’uomo si è dileguato: la polizia lo sta cercando

Polizia in azione

Polizia in azione

Brescia, 20 gennaio 2024 – Un passeggero fuma sull’autobus, il conducente lo invita a scendere perché fumare a bordo è vietato, e quello per tutta risposta dopo aver messo a piede a terra lancia una pietra contro il finestrino del bus, mandandolo in frantumi e rischiando di ferire il conducente.

L’episodio in questione risale all’altra mattina, venerdì, all’alba, e tutto è avvenuto sulla linea 12 di Brescia Trasporti tra le 5,30 e le sei. Sull’autobus diretto in via del Verrocchio a San Polo in centro è salito un clochard, un uomo sui quarant’anni che più volte viene visto a quell’ora sui mezzi pubblici utilizzati per spostarsi tra gli stabili abbandonati dove dimora. I passeggeri all’inizio della giornata si contavano sulle dita di una mano.

All’altezza di via XX settembre, sul ring, il senzatetto incurante delle regole si è acceso tranquillamente la sigaretta. Il conducente lo ha invitato a spegnerla, ma il fumatore anziché ascoltare il richiamo e mostrarsi collaborativo ha proseguito ad aspirare e produrre volute di fumo in modo strafottente.

L’autista allora ha fermato il bus, ha aperto le porte e lo ha obbligato a scendere. Cosa che il clochard ha fatto, ma poi una volta sul marciapiede ha pensato di raccogliere una grossa pietra e di scagliarla contro la cabina di guida del 12 in fase di ripartenza. La sassata ha mandato in frantumi un finestrino inondando di frammenti il conducente. Il malcapitato ha subito dato l’allarme chiamando il 112, mentre il clochard si dileguava.

Il mezzo è stato fermato, i passeggeri sono stati fatti scendere e per ripartire hanno dovuto attendere l’arrivo di un autobus integro. Sul posto è intervenuta una Volante, ora in cerca del responsabile. La polizia ha raccolto le testimonianze dei passeggeri e le telecamere di bordo.