Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
19 feb 2022

Parco Cacciamali, al via la bonifica dai veleni Caffaro

19 feb 2022
È iniziata la bonifica del parco Cacciamali inquinato dai residui lasciati dalla Caffaro
È iniziata la bonifica del parco Cacciamali inquinato dai residui lasciati dalla Caffaro
È iniziata la bonifica del parco Cacciamali inquinato dai residui lasciati dalla Caffaro
È iniziata la bonifica del parco Cacciamali inquinato dai residui lasciati dalla Caffaro
È iniziata la bonifica del parco Cacciamali inquinato dai residui lasciati dalla Caffaro
È iniziata la bonifica del parco Cacciamali inquinato dai residui lasciati dalla Caffaro

Bonifica al via anche al parco comunale di via Cacciamali, che entro l’11 settembre sarà ripulito dagli inquinanti della Caffaro. Come illustrato nella presentazione ufficiale, con l’assessore all’Ambiente Miriam Cominelli e lo staff del settore, l’intervento da 640mila euro seguirà lo stesso modello impiegato per le altre bonifiche eseguite all’interno del Sin Caffaro: parco di via Nullo, parco di via Passo Gavia, campo di atletica Calvesi, aree verdi degli edifici scolastici Passo Gavia e Deledda-Calvino, parco Parenzo Sud Est, parco Parenzo Sud Ovest, parco Parenzo Nord e parco Palermo. In sostanza, il terreno contaminato sarà asportato e sostituito con terreno idoneo alla destinazione d’uso. Per evitare la dispersione di materiale inquinante, su tutto il perimetro del cantiere sono stati posizionati pannelli ciechi anti polvere alti due metri e nebulizzatori di acqua sono in funzione quando vi è movimentazione di terreno contaminato. La bonifica al Cacciamali è solo un tassello della più ampia opera di salvaguardia dei parchi di Chiesanuova avviata in questi anni dal Comune: proprio in questi giorni è arrivata la certificazione provinciale di avvenuta bonifica per il Parenzo Sud Est, mentre quest’anno ci sarà la progettazione per i parchi Livorno e Fura, finanziati dal Ministero con 7 milioni di euro. In corso ci sono i lavori al Palermo ed al Parenzo Nord, oggetto della querelle, dopo che, tramite social, si era venuto a sapere che nella terra scavata al parco Palermo e accumulata al Parenzo Nord era stato rinvenuto amianto, in fase di trattamento all’interno di una struttura montata ad hoc. "C’è stato un cortocircuito nell’informazione – ha spiegato Claudia Cauzzi, presidente Cdq di Chiesanuova, dopo il chiarimento con il Comune – ho chiesto di tenerci informati e di poter partecipare alla progettazione degli spazi del parco di via Livorno, perché, conoscendo il territorio, possiamo indicare i servizi ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?