Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
29 gen 2022

Giallo Bozzoli, super perizia ai forni della ditta La Corte d’assise affida l’incarico al team

29 gen 2022
Brescia: un sopralluogo degli inquirenti alla. ditta Bozzoli di Marcheno
Brescia: un sopralluogo degli inquirenti alla. ditta Bozzoli di Marcheno
Brescia: un sopralluogo degli inquirenti alla. ditta Bozzoli di Marcheno
Brescia: un sopralluogo degli inquirenti alla. ditta Bozzoli di Marcheno
Brescia: un sopralluogo degli inquirenti alla. ditta Bozzoli di Marcheno
Brescia: un sopralluogo degli inquirenti alla. ditta Bozzoli di Marcheno

La Corte d’assise ieri ha formalizzato gli incarichi per la super-perizia sui forni della Bozzoli srl, la fonderia di Marcheno da cui la sera dell’8 ottobre 2015 sparì uno dei titolari, Mario Bozzoli, e per il cui omicidio è sotto processo il nipote Giacomo. Ora il team degli esperti - medici legali, genetisti, ingegneri - dal primo febbraio avrà trenta giorni per pronunciarsi sulla fattibilità senza rischi di un esperimento giudiziario. Una possibilità che da settimane incuriosisce i giudici. A coordinare la squadra sarà il medico legale dell’Università di Genova Camilla Tettamanti, nominata la scorsa udienza, alla quale ieri - presente in aula l’imputato - la Corte ha affiancato l’ingegnere Antonio Boccardo, sempre di Genova. Il procuratore aggiunto Silvio Bonfigli e il pg Marco Martani hanno dal canto loro invece nominato quale consulente della pubblica accusa il comadante dei Ris di Parma, colonnello Giampietro Lago. Le parti civili, il genetista Giorgio Portera. La difesa, infine, l’ingegnere della Statale di Brescia Roberto Roberti e il genetista Marzio Capra. La perizia si è resa necessaria per dirimere una questione fondamentale, ovvero se sussista o meno la possibilità che Mario Bozzoli sia stato fatto sparire in uno dei forni della sua fonderia. Stando ai consulenti della procura, Cristina Cattaneo e Cesare Cibaldi, il contatto del corpo con il metallo a mille gradi avrebbe fatto esplodere tutto, la loro tesi, e in ogni caso qualche residuo avrebbe dovuto essere rintracciato. Risposta dunque negativa, per loro. Al contrario il genetista Portera si è detto possibilista, non essendovi precedenti equiparabili e letteratura scientifica in materia. Ora entro il 30 marzo, data della prossima udienza del processo, gli incaricati dovranno dare un parere terzo, relazionando "sull’effetto termico provocato da un prolungato contatto di un corpo umano con un bagno di metallo fuso ad elevate temperature" recita ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?