Don Pierino Ferrari, al via la causa per il processo di beatificazione del sacerdote di Clusane

E’ stato fondatore della Comunità Mamré e della Cooperativa Raphael

Don Pierino Ferrari
Don Pierino Ferrari

Brescia, 4 gennaio 2024 – È stata avviata la causa per il processo di beatificazione di don Pierino Ferrari, fondatore della Comunità Mamré, della Cooperativa Raphael e amato sacerdote e parroco Clusanese, cui spetta la volontà anche della realizzazione dell’ospedale Laudato sì sul lago di Garda. A Comunicare la novità è stato l’oratorio San Giovanni Bosco di Iseo e Clusane.

Lo scorso sei aprile, difatti, il “postulatore della Causa di beatificazione e canonizzazione del Servo di Dio don Pierino Ferrari”, Nicola Gori, per tramite la Comunità Mamré ha depositato la supplica al Vescovo di Brescia monsignor Pierantonio Tremolada. Il Vescovo, in conformità con quanto stabilito al numero 11b delle Norme da Osservare nelle Inchieste diocesane nelle Cause dei Santi, ha reso pubblico il documento, e ha “invitato tutti i fedeli a comunicare notizie, scritti tra cui diari, manoscritti, diari, appunti o video e audio che possano essere utili riguardo alla Causa”.

Don Pierino, che amava la sua Clusane e il lago di Iseo, ha fatto il bene di moltissime persone, seguito la coperativa Raphael, che fornisce anche visite specialistiche, la comunità femminile Mamrè, che tra l’altor fornisce accoglienza ai fragili e anziani e seguito con passione l’arte remiera praticata sul Sebino. Gioviale e dal sorriso aperto ha lasciato i suoi scritti, diversi libri e persino alcuni canti che amava intonare.

Don Pierino è nato a Iseo, frazione Clusane il 13.10.1929 e li è morto nel 2011. Diventato sacerdote nel 1955, ha assunto le funzioni di vice rettore nel seminario diocesano di Brescia per 5 anni (dal ‘55 al ‘60); di vicario cooperatore nella parrocchia di Calcinato per 15 anni (dal 1960 al 1975); di parroco nella parrocchia di Berlingo per 7 anni (dal 1976 al 1982); di parroco a Clusane dal 1982 al 2004.