Quotidiano Nazionale logo
16 mar 2022

Il Bergamo Film Meeting festeggia i suoi primi 40 anni: le date e gli ospiti

Un ricco calendario di appuntamenti e retrospettive per il festival cinematografico orobico

francesca magni
Cultura
featured image
Il regista Costa Gavras

Bergamo - Il Bergamo Film Meeting  (26 marzo - 3 aprile 2022) dà il via alla sua edizione numero 40, venerdì 25 marzo alle 21 con il Cin'acusmonium, proiezione acusmatica in 35 mm della copia restaurata di Stalker (1979) di Andrej Tarkovskij, a cura dell'associazione Auditor, in programma presso l'Agora' D'Aste (Bergamo, ex centrale elettrica di via D'Aste e Spalenga). Bergamo Film Meeting, inoltre, proporrà due sezioni competitive: la Mostra Concorso riservata ai lungometraggi di funzione e Visti da Vicino dedicata al documentario;  la ricognizione del cinema europeo contemporaneo, attraverso la sezione Europe, Now!, con le personali di Danis Tanovic (Bosnia) e Patrice Tote (Belgio) che sarà arricchita da una selezione dei film di diploma delle scuole di cinema europee che aderiscono al Cilect e dalle due giornate professionali Europe, Now! Film Indistry Meetings (28-29 marzo); la retrospettiva che omaggia il cineasta Costa Gavras; la presenza del regista tedesco Volker Schlondorff; 1983 - L'anno del contatto, un percorso cinematografico che ripercorro i 40 anni di BFM; il cinema d'animazione con la personale completa della coppia di registi Priit e Olga Parn; la sezione Kino Club dedicata ai giovani spettatori di ogni età, con una sonorizzazione dal vivo, a cura dei ragazzi del Conservatorio Gaetano Donizetti di bergamo, le collaborazioni con Monstra - Lisbona Animation Film Festival e la piattaforma European Film Factory e Cineteca di Milano; la sezione Incontri : Cinema e arte contemporanea che vedrà protagonista Ugo Nespolo, realizzata in collaborazione con l'Associazione The Blank; Insieme di anteprime, proiezioni speciali e il Daily Strip, l'appuntamento con alcuni tra i migliori illustratori del panorama italiano del fumetto.

"Oggi, più che mai è giusto celebrare, non solo i 40 anni, ma anche il ritorno in sala e in presenza dopo due edizioni "a distanza" - dichiara Davide Ferrario, Presidente Bergamo Film Meeting Onlus - Oggi, BFM è diventato un festival del presente europeo continuando ad essere uno specchio fedele della ricerca e dell'urgenza che molti cineasti mettono nella testimonianza e nella reinvenzione del reale. È a loro che bisogna guardare per immaginare cosa potrà essere il cinema di domani, se ancora si chiamerà così senza, però, dimenticare quello che è stato e chi non c'è più".  

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?