FEDERICA ZANIBONI
Cronaca

Vincenzo Mollica sindaco per un giorno a Castione: ecco cosa farà (e il precedente di Sordi)

Il regalo dell’Amministrazione del paese sulla Presolana al giornalista-cantore di cinema e tv: un giorno con la fascia tricolore. “Qui i ricordi di tutte le estati e dell’amore con mia moglie”

Vincenzo Mollica alla festa per i suoi 70 anni organizzata a gennaio da Fiorello
Vincenzo Mollica alla festa per i suoi 70 anni organizzata a gennaio da Fiorello

Castione della Presolana – “Vengo qui ogni singola estate da almeno 40 anni. Da quando io ne avevo 30". Sorride Vincenzo Mollica, mentre racconta la storia che lo lega a Castione della Presolana, dove da una vita trascorre la stagione più calda in compagnia della moglie. Per il settantesimo compleanno – festeggiato lo scorso 27 gennaio – il giornalista televisivo ha ricevuto un regalo molto speciale: essere sindaco per un giorno del piccolo Comune nell’Alta Valle Seriana.

Non soltanto la meta delle vacanze di sempre, ma "una terra che amo tanto" e densa di ricordi, nella quale oggi per 24 ore indosserà la fascia tricolore in occasione di quella che, come anticipa lui stesso, sarà innanzitutto "una festa".

Una lunghissima storia d’amore, quella tra lo storico volto del Tg1 e la località turistica in provincia di Bergamo, il cui inizio coincide con il primo incontro tra lui e la moglie Rosa Maria. "Ci siamo conosciuti a Milano, all’Università Cattolica – ricorda –, ma lei era bergamasca, di Treviglio. E aveva una casa a Castione". Da lì cominciano le estati nel paesino diventato poi tanto familiare, con "passeggiate bellissime" e "panorami" suggestivi.

Tra i luoghi più amati, c’è "la chiesa di Lantana, che conserva bellissimi ex voto" e nella quale il giornalista ama tornare ogni volta che passa dalla valle. E seppur Castione ricambi senza alcun dubbio tutto l’affetto, Mollica rivela con una punta di orgoglio di non sentirsi trattato da vip ("Anche perché non lo sono mai stato", dice), in quanto lì "ci sono persone sensibili e di buon senso". Legato quindi al posto dalla gente, dalla bellezza e dall’amore di una vita, Mollica ha accettato con entusiasmo la proposta del sindaco Angelo Migliorati.

Per tutta la giornata di oggi, quindi, sarà lui il primo cittadino del piccolo Comune in provincia di Bergamo. Un omaggio reso al giornalista dal sindaco e da tutta l’Amministrazione comunale, per ciò che da decenni rappresenta per la comunità nel piccolo paese. Cogliendo l’occasione dei 70 anni compiuti a gennaio e aspettando i mesi estivi per approfittare dell’annuale soggiorno nella valle, Castione ha deciso di fargli questo dono. Dopo essere stato testimonial dei mercatini di Natale lo scorso dicembre, oggi alle 11 riceverà la fascia tricolore. Ad accoglierlo in municipio ci saranno il sindaco e il segretario comunale: lì, Mollica presiederà la riunione con i responsabili di area e la Giunta. Alle 11.30 è poi previsto un incontro, nella sala del Consiglio, con i consiglieri per un saluto e un momento di riflessione sul futuro di Castione: i cittadini sono tutti invitati a partecipare. Nel caso in cui Mollica – che Migliorati sottolinea essere "sempre disponibile a ogni iniziativa che gli viene proposta in favore del territorio" – decidesse di avanzare idee su un qualche tema, gli atti e le decisioni avranno valenza del tutto ufficiale.

L’iniziativa è stata accolta con entusiasmo anche dagli stessi cittadini di Castione, che si dicono "orgogliosi" di essere rappresentati da lui, anche solo per un giorno. "Un grande – commenta una residente sui social –, inserito perfettamente nella comunità, dove vive da moltissimi anni sereno e grato di tutto ciò che la Conca della Presolana offre".

L’idea del Comune riporta alla memoria quella che aveva avuto oltre vent’anni fa il sindaco di Roma Francesco Rutelli. L’unica altra volta in cui un personaggio storico per una città era stato “eletto“ sindaco fu nel 2000 e proprio nella Capitale. Anche in quel caso, la fascia tricolore era stata indossata solo per 24 ore. La portava Alberto Sordi.