Pro Patria, che prova di forza. Punti salvezza in casa della Giana

Pitou e Vaghi firmano il primo successo del 2024. I Tigrotti non vincevano in trasferta da ottobre.

Pro Patria, che prova di forza. Punti salvezza in casa della Giana

Pro Patria, che prova di forza. Punti salvezza in casa della Giana

GORGONZOLA (Milano)

Porta i suoi frutti il cambiamento nel sistema di gioco della Pro Patria che mette a segno nella prima giornata di ritorno un colpaccio pesante, espugnando il campo della Giana Erminio. La formazione di mister Chiappella si presenta nella veste del 3-5-2, cercando uno schieramento a specchio in questa gara dell’Epifania, ma il suo collega ed avversario bustocco Colombo apporta una leggera variazione a quel sistema, collocando due giocatori sulla trequarti alle spalle dell’unica punta. Sono così gli ospiti a portarsi in vantaggio con il guizzo di Pitou che con un pallonetto beffa la difesa avversaria e i gorgonzolesi sono costretti a rincorrere.

Nella ripresa la formazione di casa inizia con uno spunto di verso ma è ancora la Pro Patria a trovare il raddoppio grazie al colpo di testa di Vaghi tutto solo in mezzo all’area piccola avversaria, per il suo primo sigillo nel calcio dei professionisti che difficilmente scorderà in carriera. La Giana Erminio con i cambi passa ad un 4-3-3, l’ultimo ad arrendersi dopo in precedenza la traversa di Fall, è il suo compagno di reparto Fumagalli che si procura prima un calcio di rigore nel finale, trasformato di destro con un tiro secco che pare ridare speranza all’arrembaggio biancoazzurro ma i tigrotti resistono al forcing portandosi a casa tre punti molti preziosi.